Ancora guai per la Giunta Cabriolu: il Tribunale la condanna alla restituzione di somme non dovute al Consorzio Industriale

0

Non paiono avere fine le sorprese di questa Giunta, l’ultima avventura, destinata probabilmente a concludersi male, riguarda il contenzioso aperto contro il Consorzio Industriale di Villacidro relativamente al pagamento IMU del 2013 contro cui il Consorzio ha presentato e vinto il ricorso presso la Commissione tributaria di Cagliari.

E così il Comune di Villacidro è stato condannato a restituire la somma di 178.903 euro a favore del Consorzio Industriale di Villacidro come stabilito dalla sentenza n.696/2019 del 17 dicembre 2019. Ma questo, nonostante le valide motivazioni riportate nella sentenza, non ha fatto desistere la Giunta, la quale ha deciso di opporsi in appello e candidarsi così ad una sconfitta praticamente certa.

La vicenda si è avviata con un incomprensibile braccio di ferro tra la Giunta Cabriolu e il Consorzio Industriale, ente controllato proprio dal comune, e che sino al 2016 aveva a Presidente il villacidrese Adriano Muscas, defenestrato a favore di Luca Argiolas di Carbonia. L’iniziativa promossa dal comune di Villacidro e dall’assessora Gessica Pittau che ritenevano di poter richiedere al Consorzio il pagamento dell’IMU per gli anni pregressi, si è conclusa con un danno per il comune di Villacidro.

Il tribunale tributario, infatti, ha dato ragione al Consorzio, il quale ha sempre ritenuto non dovuto l’IMU per gli immobili di proprietà del Consorzio che si trovano sul territorio di Villacidro, essendo legati all’attività istituzionale dello stesso (edifici e capannoni ad uso industriale, artigianale e commerciale).

Argomentazioni ritenute evidentemente non sufficientemente valide dalla nostra amministrazione, non tali perlomeno da farla desistere e chiudere qui la vicenda. Cosicché, pur dichiarando ripetutamente di non aver disponibilità finanziaria per far fronte alle numerose emergenze del territorio, sembra avere invece fondi a sufficienza per aprire contenziosi dannosi per le casse del Comune, pagare avvocati, spese del tribunale e danni vari. Perciò, con la Delibera n. 58 dell’8 giugno c.m. ha deciso di impugnare la sentenza di condanna al pagamento a favore del Consorzio, impegnando sino ad un massimo di 8.000,00 euro per il pagamento dell’avvocato Giovanni Luigi Machiavelli (assiste anche la Villaservice) a cui è stato dato mandato e che entro il 17 giugno dovrà depositare gli atti del ricorso.

Ma davvero questo ricorso, così come altri, è utile, come afferma la Delibera “ad assicurare ogni più opportuna tutela degli interessi e delle ragioni del Comune di Villacidro”, o è piuttosto l’ennesimo esempio di difficoltà della Giunta Cabriolu di mantenere un rapporto di correttezza e rispetto istituzionali soprattutto tra enti legati tra loro?

Il Consorzio è infatti controllato dal Comune di Villacidro, e sino al 2016, con Adriano Muscas, ha sempre avuto il presidente di Villacidro, tanto da poter giustamente ritenere il Consorzio una vera e propria estensione dell’amministrazione comunale. Con l’insediamento della Giunta Cabriolu le cose, invece, sono cominciate a cambiare. In peggio. La sindaca ha prima nominato Adriano Muscas come membro del CDA, poi diventato presidente, dopodiché dopo poco tempo lo ha rimosso con ragioni pretestuose e i suoi due successori si sono dovuti accontentare di ricoprire incarichi di ripiego. Franco Chia, l’ultimo nominato in ordine cronologico, ha prima rischiato di essere estromesso dal presidente in carica, Argiolas, con l’accusa di assenteismo e qualche settimana fa ha rassegnato le dimissioni lasciando vacante il posto in CDA.

Tutto ciò avviene a contorno di conflitto sempre più aspro tra la Giunta e l’attuale presidente Argiolas e che vede in corso anche un altro contenzioso di portata molto più ampia tra Consorzio e Villaservice, ove l’insanabilità dello scontro e la colpevole immobilità di fronte all’evolversi dello scenario della raccolta e del trattamento dei rifiuti sta portando al dissesto finanziario la Villaservice con conseguenze disastrose per i lavoratori, le casse dei comuni soci e il territorio.

La Giunta Cabriolu davvero si può permettere di sprecare risorse pubbliche in questa maniera e mettere a repentaglio il futuro del nostro territorio?

Antonio Muscas

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.