Elezioni, sconfitta durissima per Gessicca Pittau: porta a casa 80 miseri voti

0
GESSICA PITTAU, ASSESSORE AL BILANCIO DEL COMUNE DI VILLACIDRO

COMMENTO. L’unione fa la forza? Forse si, almeno durante le elezioni. Il termometro politico villacidrese ha dato torto a Gessica Pittau, attuale assessore al Bilancio che, all’ultima tornata elettorale, ha deciso di tentare la sorte schierandosi tra le fila del partito fondato da Emma Bonino, nel grande calderone capeggiato dal Partito Democratico. Memore dell’ultima vittoria elettorale che le ha fatto guadagnare lo scranno di assessore in Comune con oltre 500 voti guadagnati con il gruppo Alternativa Civica, Gessica Pittau ha voluto tentare la sorte, supportata anche dal vicesindaco Giovanni Spano. All’indomani dello spoglio delle schede la débâcle è stata durissima poiché l’assessore è riuscita a portare a casa solo 80 miseri voti. A questo punto anche la sua legittimità morale come assessore villacidrese sarebbe addirittura messa in dubbio. Questi ottanta voti affermano a gran voce che l’assessore non godrebbe più il supporto dei cittadini che l’avevano votata. C’è addirittura chi pensa che senza il supporto dell’elettorato di destra Gessica Pittau non avrebbe mai raggiunto neanche la carica in Giunta.

Alternativa Civica aveva raccolto i consensi di una buona parte dell’elettorato villacidrese, tra cui quelli della Destra villacidrese che avevano collaborato attivamente all’interno del gruppo. L’assessore potrebbe aver peccato di presunzione staccandosi da questa linea che le aveva garantito il successo elettorale alle elezioni comunali, tradendo così quell’elettorato che le aveva garantito un numero adeguato di voti.

Quest’ultimo risultato elettorale ha fatto quindi scricchiolare non solo la sua di poltrona, ma avrebbe creato un’ombra nei confronti della Giunta villacidrese, che dovrebbe interrogarsi sull’attuale indice di gradimento da parte della platea elettorale villacidrese.

Alla luce di queste vicissitudini solo l’inesorabile trascorrere degli eventi potrà dimostrare se Gessica Pittau abbia abbandonato la Destra Finiana, dopo anni di militanza, per un radicale cambio di ordine politico, oppure per tentare un’ulteriore scalata politica, spinta dai piani imperscrutabili.

Potrebbe darsi anche che dopo la cocente sconfitta l’assessore, come il Figliol Prodigo, decida di tornare all’ovile paterno, ma siamo sicuri che i suoi vecchi compagni siano disposti a riaccettarla? (i.f.)