Ennesimo caso mensa, Dario Piras: “Spine nel pesce servito ai bambini”

0
La foto circolata su whatsapp che ritrarrebbe le spine contenute nel pesce servito ai bambini

VILLACIDRO. Continuano le lamentele sulla gestione e sulla qualità dei pasti somministrati dal servizio di mensa scolastica: Duro scontro in aula consigliare. Federico Sollai: “Ci segnalano pasti al limite del mangiabile”. Dario Piras: “Ho avuto una segnalazione che nella scuola materna di via Cavour sono state trovate spine nel pesce che avrebbero potuto arrecare gravi danni se ingerite”. Si difende l’assessore all’Istruzione Daniela Deidda: “Non abbiamo segnalazioni scritte per quanto riguarda la qualità del cibo e la presenza di spine. Facciamo le dovute verifiche anche in assenza di segnalazioni. Interpelleremo i docenti e il personale presente in mensa in merito. Le spine potrebbero essere state trovate nei cuori di merluzzo, la parte più pregiata del pesce, pietanza lodata dalla Asl e che normalmente non si trova nelle mense”. Secondo l’assessore le opinioni dei docenti discordano con la presunta scarsa qualità. “Piuttosto – continua Daniela Deidda – sono stati segnalati tre menù che sono stati reputati poco appetibili visto la grande quantità di scarti che si sono accumulati. E’ stata attivata la procedura per cambiare questi tre menù e la Asl si sta già adoperando”. Non è d’accordo il consigliere di Unidos Dario Piras: “Non capisco perché l’assessore si ostini a richiedere delle segnalazioni scritte – dice – se noi consiglieri di minoranza stiamo portando il caso in Consiglio e abbiamo anche delle prove fotografiche di quanto stiamo asserendo. Se la ditta che sta seguendo la mensa non sta seguendo le regole occorre prendere immediati provvedimenti”. Pronta la risposta dell’assessore Daniela Deidda: “Ci stiamo occupando del problema, ognuno si sta occupando del proprio ruolo. Come mai se sono state trovate le spine non siamo stati avvisati con una segnalazione scritta e perché circolano invece delle foto delle spine di pesce nelle chat dei genitori? Quelle foto non sono state fatte di certo da dei bambini.”. Non ci sta Federico Sollai: “La ditta che non rispetta il capitolato d’appalto va spedita a casa. Se c’è qualcosa che non funziona la responsabilità è dell’Amministrazione”. (i.f.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here