Contributo senza bando al “Club di Jane Austin” di Giuditta Sireus, interrogazione in Consiglio

2
GIUDITTA SIREUS

VILLACIDRO. Finanziamenti pubblici per attività culturali senza bando, insorge l’opposizione in Consiglio Comunale. A denunciare quella che parrebbe l’utilizzo di una corsia preferenziale per l’organizzazione di un evento natalizio, da parte di un’associazione in cui trova impiego una concittadina villacidrese, è il consigliere Giancarlo Carboni di Assemblea Permanente: “Sono stati stanziati 1.500 euro a Giuditta Sireus per l’affidamento del Dicembre Letterario. – dice Giancarlo Carboni – Quali sono state le modalità di affidamento e perché è stata scelta lei e non un altro?”. Il finanziamento è stato deliberato da tutta la Giunta, con eccezione dell’assessore allo sport Marco Erbì (assente), in favore dell’associazione “Il club di Jane Austin”. L’assessore alla Cultura Giovanni Spano da la sua versione dei fatti. “Dicembre letterario – dice l’assessore – è una manifestazione che si svolge a Villacidro da anni. E’ un prodotto particolare che viene offerto da Giuditta Sireus e dalla associazione per cui lavora. E’ stato ritenuto opportuno scegliere quel prodotto. Non è stata fatta una gara perché è un prodotto che si ripropone da anni e anche quest’anno abbiamo ritenuto opportuno procedere in questo modo. Questo è l’ultimo anno perché a partire dall’anno venturo, avendo dato il via all’albo delle associazioni, avremo modo di fare il bando per tutte le associazioni culturali, non solo per l’evento di Dicembre Letterario, ma per tutte le attività culturali natalizie ma anche per l’Estate Villacidrese e tutte le attività che ci saranno durante l’anno. Non è stato possibile fare il bando perché prima avevamo bisogno di censire tutte le associazioni culturali”. Non ci sta Giancarlo Carboni che replica all’assessore. “Nulla vi impediva di fare un bando e divulgarlo. – commenta il consigliere di minoranza – Quanto meno si poteva fare un’indagine di mercato per raccogliere le offerte delle varie associazioni. Non credo che la prassi consolidata debba dettare legge e far si che gli affidamenti diretti debbano prevalere. Ritengo che l’affidamento diretto debba essere l’ultima opportunità disponibile dopo che si siano percorse tutte le altre strade. In questo caso non vedo l’estrema urgenza di un affidamento diretto”. (i.f.)

SCARICA LA DELIBERA DI GIUNTA

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here