Riscaldamento alle elementari spento, promesse non mantenute

0

Stufe spente, promesse disattese, tecnici al lavoro, studenti in classe, ma con tante assenze anche di intere classi.
Questa è la situazione di oggi martedì 21 novembre nelle scuole di via Cagliari e via Farina, a due giorni dall’inizio del caso dei termosifoni spenti e della determina del sindaco Marta Cabriolu, che ha fatto sospendere le lezioni nella giornata di ieri per evitare che i bambini patissero i rigori del freddo.
Oggi la giornata è splendida, temperature miti, quasi non si avverte la mancanza dei termosifoni che sono rimasti freddi per tutta la mattina, come conferma il preside Antonio Macchis. “Stamattina il riscaldamento non è stato avviato – dice Antonio Macchis – però i tecnici hanno lavorato tutta la mattina e stanno ancora lavorando. Tre delle quattro caldaie sono già state avviate e stanno completando l’intervento sulla quarta. Già questo pomeriggio il riscaldamento sarà in funzione e domani tutto sarà normale. Ho personalmente parlato sul posto con i tecnici”.
Nonostante le rassicurazioni e la clemenza del tempo il freddo continua a creare disagi.
“Il problema – dice un collaboratore scolastico del plesso di via Farina – è nel piano superiore della scuola dove i bambini si recano a mangiare. Lì si avverte maggiormente il freddo anche in una giornata soleggiata come oggi”.
I tecnici delle caldaie sono arrivati presto questa mattina nella scuola di via Farina. Alle 8:15 hanno iniziato i lavori nella sala caldaie. Forse la tesi dell’assessore Giuseppe Ecca non era poi quella giusta visto il dilungarsi dei lavori. L’assessore aveva dichiarato che le caldaie non partivano per una mancata compatibilità degli ugelli della caldaia, recentemente sostituita, con la tipologia del gas distribuito in paese dalla rete pubblica.
Pare che il cambio degli ugelli avrebbe dovuto occupare pochissimo tempo.
“Dopo i lavori in via Farina – assicurano i tecnici – sarà la volta di via Cagliari”. Al capezzale di via Farina erano presenti anche gli addetti della rete pubblica del gas, in attesa dell’assenso dei tecnici per iniziare l’erogazione del gas.
I collaboratori scolastici sono convinti che entro la giornata di oggi i lavori nelle due scuole dovrebbero terminare e che domani la situazione tornerà sotto controllo. Le previsioni degli amministratori sono state comunque smentite per quanto riguarda la giornata di oggi. Speranzoso il sindaco Marta Cabriolu: “mi risulta – dice il primo cittadino – che i tecnici siano al lavoro. Stanno ultimando il collaudo in via Farina”. (i.f.)

CONDIVIDI

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.