“Corruzione, mafia, camorra”: volano parole forti in Consiglio Comunale

6

Mercoledì 11 marzo si è svolto il Consiglio Comunale alla presenza di un pubblico numeroso sino a notte fonda.

E’ la prima volta in quattro anni, se si esclude la seduta straordinaria del 12 febbraio scorso e quella di insediamento della Giunta, che i cittadini partecipano numerosi ad una seduta ordinaria del Consiglio Comunale. I tre punti all’ordine del giorno erano sicuramente attuali: approvazione delle aliquote e detrazioni per Tari, Tasi e Imu 2015. La seduta, iniziata dopo le 18:00, si è protratta fino alle tre del mattino e, come da regolamento, la prima mezz’ora (in realtà oltre 2 ore) è stata dedicata alle interrogazioni dove non sono mancati duri attacchi tra i consiglieri di minoranza e maggioranza.

Accuse pesanti, senza fare nomi, quelle del consigliere Sisinnio Orrù: “Mettere vicino illazioni e usare parole come sono state usate qui dentro a iosa come corruzione, come mafia, come camorra a me non sta bene. Io sono una persona onesta, noi siamo persone oneste, io non tollero che nessuno si azzardi a mettere vicino al mio nome un epiteto di quel genere”.

Qui sotto il video del consiglio comunale. Purtroppo non siamo riusciti a registrare tutta la seduta durata circa 9 ore: ricordiamo che questo lo facciamo gratuitamente.

6 COMMENTI

  1. Nell’ultima assemblea si è parlato dei sic(denominazione delle aree naturali ricadenti nel territorio) attenzione a questo argomento,i cittadini ne sanno poco o niente.
    La ue per mezzo delle direttive ha richiesto in primis ai vari stati membri l’individuazione di zone speciali di protezione per gli ucelli selvatici(le zps)e di siti di un gran numero di habitat e specie(animali e vegetali)i sic,appunto.
    Da quello che si è dedotto,dall’incontro che è avvenuto,tra Forestale e istituzioni comunali,l’argomento suscita notevoli perplessità si all’interno del comune,sia nella forestale.
    Inviterei i cittadini ad informarsi in massa su questo argomento.
    SAluti

  2. Ci dispiace tanto per questo signore che si sente ferito nell’orgoglio quando si parla di mafia e corruzione. Allora incominci a fare politica come si deve, vicino ai cittadini e ai loro bisogni. Non si dimentichi che sono loro che lo hanno eletto. Finiscano i nostri bravi consiglieri di alzare la mano quando la “Regina” lo ordina e incomincino a ragionare con la propria testa e ad agire a vantaggio della giustizia e della correttezza e non a vantaggio di chissà quali interessi nascosti. Vedrà il caro signor Orrù che nessuno lo additerà più quale mafioso e disonesto. Si arrabbi con se stesso e non con chi cerca di difendere i propri diritti puntualmente calpestati. Saluti

  3. è dai comuni che si deve iniziare a combattere i favoritismi,quei collegamenti essenziali che porta un paese come Villacidro al fallimento.Bisogna combattere la corruzione,rendere libero un paese come Villacidro:il resto è malaffare.Bisogna applicare semplici regole ma perchè sono semplici ed efficaci che non le propone nessuno.