Nasce il “Museo d’Arte Grafica del Mediterraneo Marchioni”

0

Il museo, che sarà inaugurato sabato 22 novembre, sorgerà in un padiglione del Palazzo Vescovile di Villacidro.

Il Progetto museale MAGMMA (Museo d’Arte Grafica del Mediterraneo Marchionni) è frutto di un’idea di Walter Marchionni sviluppata in oltre 20 anni di esperienze vissute nel mondo dell’arte a 360°; da promotore a curatore e pittore, attività che svolge attualmente. Da queste esperienze dirette ha maturato una certa attenzione per l’arte grafica come mezzo di espressione immediata e per questo motivo più idonea ad un contatto con gli individui. Selezionata al concorso nazionale della Fondazione Italiana Accenture , il progetto è stato recentemente pubblicato nel sito della Fondazione a testimonianza della sua particolarità e validità.
L’oggetto riguardava l’individuazione di un edificio che fosse sotto tutela della sovrintendenza ai beni storici all’interno del quale sviluppare un progetto legato all’arte. L’area identificata è il Palazzo Vescovile di Villacidro, vincolato e sotto tutela della Sovrintendenza, un edificio che sorge sulle rovine di un antico castello feudale del 1500, mentre il progetto legato all’arte è riferibile alla creazione di un luogo che fosse catalizzatore delle maggiori scuole grafiche del Mediterraneo e che fosse crocevia di interscambio culturale .
Pertanto il Magmma vuole essere funzionale alla promozione ed alla divulgazione dell’arte grafica in genere. Il Museo si svilupperà in una porzione del Palazzo Vescovile, concessa dalla Diocesi di Ales-Terralba alla Fondazione Estetica & Progresso di cui è presidente Walter Marchionni, dove verrà ospitato il Museo. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione del Banco di Sardegna ed ha ottenuto il Patrocinio della Presidenza della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Villacidro.
Il Museo, che sarà inaugurato sabato 22 novembre, ore 17:00, si articola in quattro sezioni: a) sezione scuola di Urbino, si basa sulla figura di Dino Marchionni, (Urbino 1932 – Villacidro 1994) incisore, acquarellista, docente d’arte per 40 anni in Sardegna; b) i grandi disegnatori del ‘900 italiano: oltre a Fiume, Greco, Brindisi anche Annigoni, Manzù Sassu, Lazzaro con le relative Fondazioni; c) le grandi scuole del Mediterraneo: Walter Marchionni è stato ricevuto dall’Ufficiale Culturale della Ambasciata di Spagna in Italia Sig. Juan Maria Alzina de Aguilar che farà da tramite con le principali Istituzioni artistiche spagnole; inoltre ha incontrato, sempre a Roma, la Prof. Alexandrà Zambà addetto culturale in Italia del governo di Cipro che sarà presente il 22 novembre con una delegazione di artisti ciprioti. d) selezione di autori contemporanei: Francesco Stile, Pastorello, Mariano Chelo, Salvatore Garau, Max Mazzoli, Elvio Marchionni, Giò Tanchis.
Le mostre saranno caratterizzate da un tema predefinito teso ad introdurre alla comprensione di principi relativi alle arti e alla loro storia, e saranno incentrate sulla presenza degli autori che interagiranno tra loro. In occasione delle mostre saranno organizzati per le scuole di ogni ordine e grado della Sardegna, oltre a visite guidate, percorsi didattici rivolte alle opere conservate o suggeriti dalle esposizioni in corso. Ogni percorso sarà accompagnato da uno specifico laboratorio, dove sarà possibile sperimentare le potenzialità espressive del linguaggio visivo rafforzato dalla eterogeneità (razziale, culturale , religiosa) degli artisti. I laboratori saranno affiancati da convegni e meeting per approfondire il linguaggio artistico. La collezione sarà arricchita da donazioni, acquisizioni e dalle esposizioni temporanee che di volta in volta verranno allestite nello spazio e dal concorso di grafica.

CONDIVIDI

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.