Consiglio in ritardo: spunta una querela per abuso d’ufficio

7

La minoranza abbandona l’aula per mancanza del numero legale della seduta. 

Il Consigliere Marco Leo è andato su tutte le furie per l’ennesimo ritardo dell’apertura dei lavori in consiglio Comunale, seguito dai colleghi della minoranza. La seduta di ieri era convocata per le 17.30, e i lavori, secondo il regolamento comunale, sarebbero dovuti iniziare alle 18, ovvero, entro mezz’ora dalla convocazione. La minoranza, stanca per i continui ritardi, ha deciso di abbandonare l’aula per recarsi presso la caserma dei carabinieri dove hanno sporto formale querela per abuso d’ufficio.

“In data odierna – si legge nella querela – è stato convocato il Consiglio Comunale e secondo il regolamento di funzionamento (…) all’art.16, comma 3, “se il numero legale non è raggiunto entro trenta minuti dall’ora fissata nell’avviso di convocazione, la seduta è dichiarata deserta”. Proseguendo nella lettura della querela: “Alle ore 18.10, veniva richiesto al Sindaco Pani Teresa e al Segretario Comunale Ortu Remo, di aprire la seduta e procedere con l’appello. Il Segretario Ortu rispondeva che lui non poteva aprire la seduta in quanto era una competenza del Sindaco. Noi ci siamo quindi rivolti al Sindaco la quale i rifiutava dicendo che avrebbe aspettato ancora”.

Anche dalla stessa maggioranza arriva la richiesta di rinvio della seduta attraverso il Consigliere Marco Mocci, fortemente contrariato per il proseguimento dei lavori senza la presenza della minoranza.

I lavori sono andati avanti comunque tanto che il consiglio ha approvato i primi due punti all’ordine del giorno, salvo poi interrompere i lavori e riconvocare una nuova seduta fissata per le ore 20:30 di oggi.

Villacidro.info

CONDIVIDI

7 COMMENTI

  1. Un atteggiamento vergognoso da parte di un sindaco e di una giunta che pensano che tutto gli sia permesso. Noi non facciamo parte del loro gioco e ci opponiamo con tutte le nostre forze a questo sistema malato, all’arroganza di questi nuovi renziani che considerano le regole, la democrazia, il rispetto e il riconoscimento reciproci ostacoli da demolire

  2. Ecco come si mostra ai giovani la voglia e la serietà quotidiana del proprio lavoro. Da quando seguo “Il consiglio comunale”,la televisione è sempre rigorosamente spenta,non ci sono pause pubblicitarie,posso godermelo ogni volta che voglio, un cast d’eccezione e divertimento assicurato! Tutto questo GRATIS. Eh dire che esistono ancora molte persone che pagano per abbonarsi a pacchetti aggiuntivi dei servizi televisivi…stolti!
    Grazie Villacidro.info

  3. Ci sono delle persone che vengono messe a capo,in questo caso nelle istituzioni,dopo un pò diventano capi assoluti. S’inventano mete vincenti,inoltre sanno convincere la gente(le persone che si lasciano fregare)motivarla e dopo dargli anche un calcio nel fondo schiena….Nei momenti di difficoltà non si nascondono,guai,anzi affrontano il nemico e le difficoltà senza paura.La gente vedendo questo atteggiamento continua a seguirli, a votarli e adorarli, come un santuario..Questo tipo di comandanti tu li puoi mettere da soli in una piazza,cominciano a promettere mari e monti a tutti.Poi con alleanze intrighi cercano di far fuori le persone che sono indesiderate a loro,sopratutto quelle autonome capaci di pensiero indipendente. Se questo non è lo specchio del comune di Villacidro poco ci manca…Saluti

    UTENTE BANNATO PERMANENTEMENTE.
    UTILIZZA DUE IDENTITA’ DIFFERENTI PER COMMENTARE GLI STESSI ARTICOLI. Zoso=Percy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.