In via Vivaldi le perdite d’acqua non danno tregua

4

Da oltre un mese il continuo flusso d’acqua sta causando danni alle abitazioni.  

VILLACIDRO. Odissea infinità per Marco Leo, residente nella via Vivaldi, ché da oltre un mese vede l’acqua di una grossa perdita finire nelle griglie per la raccolta dell’acqua piovana della propria abitazione. Ad arginare il problema, seppur in minima parte, una pompa di sollevamento che si attiva automaticamente ogni 10 minuti per aspirare l’acqua dalla griglia, evitando così conseguenze ben più gravi alla struttura della casa. Questa situazione è  stata segnalata più volte ad Abbanoa a partire dal 18  settembre 2013  e ancora oggi  non è intervenuta per verificare e riparare la perdita.

La presenza costante dell’acqua nelle griglie sta creando seri danni all’abitazione di Marco Leo, con presenza di umidità di risalita sui muri, ed  eventuali  danni che si dovessero manifestare nel lungo periodo, sulla parte strutturale della casa, senza contare gli evidenti segni di cedimento nel manto stradale.  

Questa situazione è stata segnalata persino alla Corte dei Conti: “Stiamo parlando di  un tratto di strada di circa 70 mt della via Vivaldi – afferma Marco Leo – che negli ultimi  anni  ha visto intervenire Abbanoa  almeno una quarantina di volte  per riparare le innumerevoli rotture della condotta di acqua potabile. Con il costo di queste innumerevoli riparazioni – prosegue Leo – si sarebbe potuto sostituire  questo tratto di tubazione  sicuramente tante volte. Tutto questo comporta un esborso di soldi pubblici ingiustificato e senza nessuna logica economica aziendale. Siamo tutti a conoscenza della situazione fallimentare che attraversa la società Abbanoa, quello che lascia perplessi la maggior parte dei cittadini Sardi e che non si vede nessuna azione politica capace di trovare la soluzione a questo problema. Da non sottovalutare la cosa più importante,  il consumo di milioni di metri cubi d’acqua potabile che vanno riversati nel sottosuolo, migliaia e migliaia di soldi pubblici che i cittadini sardi pagano ormai da anni e che dovranno continuare a pagare”.  

Ogni tanto va ricordato che l’acqua è una risorsa rinnovabile ma scarsa, elemento indispensabile  per la vita sulla Terra ed essenziale per l’uomo, per questo è necessario  fare di tutto per evitare  gli sprechi. Un qualcosa che Abbanoa da anni non è stata in grado di realizzare.

Villacidro.info

CONDIVIDI

4 COMMENTI

  1. Usciamo da ABBANOA, una scattola vuota e pieni di debiti.Organizziamo un referendum e facciamo come dice givanna, restiamo fuori da questi falliti e mangia pane a tradimento.
    La gestione dell’acqua pubblica torni ai comuni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.