Incendio Monte Omu: qualcosa non ha funzionato

17

Monta la polemica, dopo l’incendio della scorsa notte, su quello che non è stato fatto e su quello che si poteva fare.

Brucia sul bruciato nella pineta (quella che fu) sopra VillacidroMonte Omu rientra nel perimetro dei Siti di Interesse Comunitari (S.I.C.) e come tali dovrebbero godere di particolari attenzioni e salvaguardia, ma non è così. l’intera pineta che sovrasta l’abitato, o meglio quello che ne rimane, è servita da un impianto antincendio lungo tutta la strada panoramica. Questo impianto però è desolatamente all’asciutto perché l’opera non è mai stata collegata ad una riserva idrica (diga Coxinas? depuratore Abbanoa? acquedotto Castangias?) e l’incuria e la mancata manutenzione sta facendo il resto.
A questo punto, prima di eseguire ogni rimboschimento sarà opportuno rendere funzionate prima di tutto la condotta antincendio. Già, perché di rimboschimenti ne sono stati fatti diversi in questi anni, con centinaia di migliaia di euro spesi e nessun risultato, sia perché le piante messe a dimora non sono state “accudite” sia perché il piromane di turno ha trovato sempre il modo di ingannare tutti senza essere mai preso.
Generated imageL’erba secca ai piedi della pineta poi ha fatto il resto. “Gli sfalci sono stati fatti correttamente dall’Ente Foreste” afferma L’assessore all’Ambiente, Adriano Muscas. Facendo due passi a piedi ci si accorge subito che la realtà è un’altra. Le prescrizioni regionali antincendio infatti parlano di “fasce protettive prive di qualsiasi materiale infiammabile avente larghezza non inferiore a 5 metri“. Le fasce create ai piedi della pineta sembrerebbero non essere state in grado di impedire che il fuoco si propagasse e, dalle foto pubblicate su questo blog, si vede chiaramente che vi sono ampie zone dove l’erba non è stata nemmeno falciata. Forse è necessario utilizzare altre metodologie per rendere ignifuga tutta l’area?

SONDAGGIO: Scusa, questo sondaggio non è al momento disponibile

Villacidro.info

CONDIVIDI

17 COMMENTI

  1. per quanto riguarda le scelte possibili,nessuna di queste singolarmente é giusta, ma un sistema che preveda la realizzazione di un sistema che le contenga tutte é l’unica via percorribile. Per la mia esperienza, posso dire che senza una di queste, perdono di efficacia anche tutte le altre.

    • il commento di werner mi piace. sono del parere che intanto, vista l’esistenza dell’opera idrica, sarebbe opportuno fare il collegamento e renderla efficiente. per quanto riguarda la video sorv , mi sa di poca utilita’ e non trovo giusto che si stia finendo per essere controllati in ogni posto. semmai darei un lavoro , anche se stagionale a qualcuno per un intervento di vedetta, con i mezzi necessari. io non voglio sindacare su quanto si opera nel territorio , ma vedo una attenzione particolare per il verde che circonda il nostro paese. un bambino americano ha detto ; anche noi abbiamo diritto di godere le meraviglie della natura, ma se voi grandi continuate cosi’ ,che cosa ci state lasciando in eredita’………

  2. Sono arrivato alla bella età di 70 anni, i discorsi su cosa fare per evitare gli incendi, per prevenirli…. sono sulla bocca di tutti.Una cosa è sicura che non si può continuare a spendere soldi invano, con piantumazioni e interventi di sfalcio ect. bisogna portare prima di tutto l’acqua che serve per innaffiare le nuove piantine e in caso di incendio è indispensabile far funzionare la condotta asciutta esistente.E’ventanni che si spendono soldi pubblici con piantumazione, su piantumazioni e non si accudiscono le piantine, e dopo poco tempo appassiscono.Si è riusciti a portare la condotta a Is campus de Monti, e non si riesce a far arrivare l’acqua per caduta dalla dighetta di Coxinas, ma di che cosa continuamo a parlare… se abbiamo degli amministrattori attuali e passati ( per la verità sempri gli stessi), che non gli frega niente di questo assurda situazione. Ci vantiamo che Villacidro è una bella cartolina per chi viene da fuori,ma basta alzare la testa e vedere la desolazione di Monti Omu. Doveva essere un Giardino e un polmone verde per tutti i villacidresi invece e un DESERTO.Continuate a dormire e leccarvi le ferite cari amministrattori.

  3. se è vero che l’ente foreste ha realizzato ciò che doveva fare non ci sarebbe stato l’incendio , dunque l’ente è altamente inadempiente , ma allora che ci stà a fare questo ente che non fa nulla per salvaguardare le foreste del cui nome si fregia ? forse non serva nulla e per risparmiare i nostri soldi inseriamolo nell’elenco degli enti inutili.

    • L’Ente Foresta ha fatto lo sfalcio dell’erba anche quest’anno, per una fascia di circa metri, per tutelare le giovane piantine;ma la mano violenta del piromane rovina sempre tutto.Bisogna mettere un circuito di telecame per poterlo scovare, o arruolare gli 007. Niente di tutto questo, speriamo che la prossima volta, rimanga inpigliato da qualche parte e il fuoco se lo mangi una volta per tutte.

    • L’Ente Foreste un ente quasi inutile ma costoso per la comunità, bisogna ridimensionarlo e ristrutturarlo.Basta un piromane per compromettere tutto il lavoro fatto, vedi Laconi e Villacidro in altri anni di Fuoco.Stanno diventando Guide Turistiche e Ente di rappresentanze per le Fiere paesanema vanta di 8.000 Ottomila dipendenti in Sardegna, un corpo troppo dispendioso per la crisi di oggi.I fuochi non riescono a fermarli e allora vuol dire che è un Ente inutile e crea solo un peso per la comunità,o li facciamo produrre e i loro stipendi producono economia, o devono essere riviste le loro posizioni.Non è tempo di avere gente improduttiva e molti di loro arrivati con grosse spinte clientelari, e pronti a fare campagnia elettorale per i loro referenti politici.

  4. Caspita….quanti sapientoni!!!!! Tutti sanno di tutto ed hanno addiritura anche i rimedi. Davvero formidabile..Peccato siano gli stessi plaudenti e turibolanti che salgono sul carro dei vincitori del momento. Gli stessi che “leccano” le scarpe al padrone di turno e che non fanno neanche la faccia schifata quando questi si volta dall’altra parte. Che campionario di coerenza e competenza (?). Bacini..

    • Caro Chinook che lecca le scarpe e non solo al PADRONE, questo sei tu.Non siamo solo competenti ma diciamo le cose come stanno, e a te non piace, questo non ci interessa più di tanto.Salute a te e alla tua cricca

  5. Ore 2.00 circa, anche questa notte, oltre ieri notte per due volte, è stato messo fuoco a Monti Omu … mi arriva l’odore del fumo in casa, col maestrale o con le brezze discendenti notturne, non posso fare a meno di verificar quel che accade. In giornata conferisco con la stazione forestale per raccontar un fatto strano. Fuoco come ieri, lungo la strada verso Seddanus, in corrispondenza dello scarico delle acque del deposito di Giarranas, quanto posso vedere da casa, da dove godo di una buona visuale … il fuoco brucia da tempo, in quell’oasi di verde che io insieme a 2 abitanti del posto salvaii nel lontano 2007 con 9000 litri d’acqua, quando l’inferno di fuoco avvolse tutto il Monti Omu, Giarranas, Seddanus verso giù direzione Sa Spendula. Sono le ore 2.30 circa ed arrivano ora 2 mezzi dei Vigili del Fuoco, avendo chiamato loro 15 minuti prima mi han detto che son partiti da tempo … il tempo, proprio il tempo, da oltre mezz’ora brucia e nessuna forza locale di pronto intervento … e poi, mai possibile, che con un minimo di indagini, anche supportate da moderne tecnologie no si possa scovare questo delinquente … e poi, in tutti gli anni scorsi, ricordo che i Barracelli avevano sempre una squadra notturna con mezzo con acqua e spesso erano affiancati, tutta l’estate, da una squadra notturna di volontari attivi … l’altro giorno ho potuto dare una mano d’aiuto nello spegnimento, mi piangeva il cuore a veder Monti Omu nuovamente così in pericolo, ma non mi è più nelle mie possibilità oggi … un pò per motivi di salute, un pò per altri, molto più seri, impedimenti … tutto sommato poteva andar molto peggio, l’altro giorno, ieri e questa notte … ringraziamo che non c’è vento e che il “gioco” mantiene un basso profilo …

  6. Anche questa notte intorno alle ore 2.00, ancora fuoco in Pineta sotto l’acquedotto di Giarranas. E’ un,ennesimo attentato incendiaro fatto da un personaggio e/o personaggi, ormai lasciati liberi di fare del MALE, come dice Raimondo è possibile che non si riesca a prendere questo delinquente???? Ma chi deve tutelare questo bene prezioso, cosa fà dorme???Ma quest’anno se avessero deciso di fare di Villacidro tutto un falò, che cosa sarebbe sucesso??? Nessuno controlla, gli amministrattori comunali dove sono, pensano solo a fare rappresentanza nelle sagre paesane, il Sindaco dorme???
    Raimondo hai fatto bene a segnalare l’ora di Villacidro.info segna sempre un’ora indietro.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.