Perdite idriche e reti colabrodo: è ancora emergenza

6

Una nuova perdita stamane in via Dante mentre ieri, in via Pascoli, nello stesso tratto, c’è stata una doppia riparazione nel giro di poche ore.

Le perdite d’acqua nella condotte idriche sono all’ordine del giorno, alcune vengono riparate con rattoppi in tubazioni ormai obsolete che ad ogni intervento di riparazione, quasi sempre, mostrano tutta la loro fragilità lesionandosi pochi metri più in là del punto riparato così, dopo qualche giorno, un nuovo rivolo d’acqua affiora dal manto d’asfalto, anch’esso rattoppato ad ogni intervento. E’ successo ieri in via Pavese dove i tecnici di Abbanoa sono intervenuti per riparare un tratto di condotta.

Al termine dei lavori tutto sembrava in ordine ma, dopo qualche ora, un nuovo flusso d’acqua, ancora più consistente, è sgorgato a pochi metri dal primo intervento. I residenti hanno subito avvertito la Polizia Locale che ha, a sua volta, allertato gli uffici Abbanoa che hanno inviato nuovamente la squadra di tecnici per riparare immediatamente la nuova perdita.
Ci si chiede se riparare ripetutamente lo stesso tratto di condotta non sia più costoso che sostituire integralmente il tratto di tubo, almeno per qualche decina di metri. Anche perché se si osservano i ritagli sull’asfalto,  si intuisce che sotto quelle pezze ci sono molte ore di lavoro.

Generated imageStesso discorso si può fare per la via Dante che anche stamane, nonostante il sole estivo, ci si è svegliati con lo scroscio dell’acqua che scorreva da uno dei tanti rattoppi di cui può fregiarsi la strada. Anche qui il caso fa scuola. Infatti, dopo che la strada qualche tempo fa è stata bitumata integralmente senza aver sostituito i sottoservizi obsoleti, sono comparse le prime perdite e la strada è stata nuovamente perforata per riparare i guasti. La perdita è stata prontamente riparata questo pomeriggio (aggiornamento delle 16:30).

Un’altro caso da segnalare è invece quello di via Don Sturzo dove l’acqua fuoriesce da un tombino, molto probabilmente dovuta ad una saracinesca rotta. Una grossa perdita, presente quasi un anno, e ancora nessun intervento; l’acqua scorre da mesi nella cunetta senza invadere la strada e finendo direttamente nella griglia di raccolta dell’acqua piovana, forse per questo è stata trascurata sino ad oggi ma è comunque una grossa quantità d’acqua potabile che finisce nella fogna ed è ipotizzabile che dopo tutto questo tempo il costo di depurazione di quell’acqua sprecata abbia superato il costo della riparazione del guasto.

Il problema infatti è una questione di risorse finanziarie che non ci sono, o meglio, i soldi destinati alle riparazioni non sono sufficienti a coprire tutti gli interventi necessari, così si preferisce intervenire solo nei casi più urgenti o per lo meno si cerca di ritardare il più possibile gli interventi più onerosi.

Villacidro.info

CONDIVIDI

6 COMMENTI

  1. Riguardo la perdita in via Don Sturzo che è cominciata il sette settembre 2012 dunque nove mesi fà,i vigili dicono che non riguarda loro, abbanoa dice di non avere soldi e noi che ogni santo giorno vediamo l’acqua che scorre via lungo Via di Vittorio e che anche lunedi’ siamo andati nuovamente a sollecitare negli uffici di abbanoa non possiamo fare altro che stare a guardare. I responsabili sono stati AMPIAMENTE avvisati ma fanno finta di niente!

    • Abbanoa un carrozzone politico voluta da Soru,l’acqua deve essere gestita dai Comuni e non dai politici e amici dei politici.Non riescono più a pagare i dipendenti però per un allacio d’acqua vogliono 1.300 €, vergogna.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.