Siro Marrocu vince le primarie nel Medio Campidano

20

Siro Marrocu vince a mani basse le parlamentarie del Partito Democratico nella provincia del Medio Campidano per la candidatura alle prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. 

Un sfida senza rivali quella che lo ha incoronato vincitore. Per chi avesse creduto che una simile sfida potesse vedere altri nomi nel posto riservato al primo classificato è rimasto deluso.

Una ricandidatura in contraddizione con quanto aveva dichiarato al giornalista Paolo Paolini nel giugno del 2011: «Non mi ricandiderò». Cosa abbia spinto il politico villacidrese a ripercorrere una vita da parlamentare non è di facile comprensione. Si parla spesso di lasciare il posto alle nuove generazioni, ma non in questo caso, forse troppo ghiotto un posto in Parlamento.

Quella di affiancare al nome di un parlamentare molto noto, il nome di alcuni giovani “sconosciuti” si potrebbe definire una mossa degna del più navigato dei politici. Dunque una vittoria quasi scontata, se poi si contano i 1824 voti presi in una circoscrizione di oltre 120.000 abitanti, viene difficile pensare che sia espressione di un intero territorio.

La sua produttività: il sito “Openopolis” lo 547° posto su un totale di 630 deputati.

Articoli correlati:

SIRO MARROCU: UNA CARRIERA FALCE, PARROCO E MARTELLO

CONDIVIDI

20 COMMENTI

    • Kitty hai pienamente ragione, ma chi? Le alternative sull’attuale “mercato” politico villacidrese non sono tante. Sulla sponda del Partito Democratico vedo solamente il nome di Michele Cuccui, ma ormai sembra impegnato a tempo pieno a seguire la società Camporosso srl, proprietaria del centro commerciale Sant’Ignazio, di cui è amministratore unico (bella promozione per l’attuale Assessore provinciale).
      Sul fronte centro destra, potrebbe esserci quello di Gessica Pittau, dipendete regionale all’Assessorato all’Industria. Conosce molto bene le dinamiche burocratiche, è colta, ma soprattutto, sembrerà banale, ma non lo è, sa scrive e si sa esprimere molto correttamente. Ma credo non sappia ancora con chi andare a queste politiche vista la grossa scottatura e delusione con FLI, anche per via una presunta cattiva gestione del coordinatore regionale.
      Dimenticavo, non riesco a trovare un motivo per cui Siro Marrocu dovrebbe ricevere il voto dei villacidresi, se qualcuno mi vuole illuminare… Forse per aver votato a favore dei tagli alla Sardegna?

      • Non credo che ne Gesssica Pittau ne il movimento della quale fa parte, siano contenti di essere infilati nel calderone del centro destra. Anche alle comunali, si sono presentati come movimento alternativo sia al centro destra che al centro sinistra con una visione della politica decisamente “laica” e non ideologizzata. Sul fatto che sia una valida alternativa sono d’accordo, sul fatto che sia espressione del centro destra non condivido.

  1. Così basse che non si sono viste..le mani…dove erano??
    Alla faccia della redditività…neanche Scilipoti… Era occupato a salvare cosa?
    Villacidro,? la Provincia? la bottega?…L’Ippodromo????
    Chissà cosa ci dirà per convincerci a votarlo.O basterà una occhiata???

  2. difficile…veramente difficile… sembrerebbe impossibile… ma quell’odore di “poltrona” deve essere assolutamente irresistibile… una volta annusato crea immediata assuefazione… anche al vizio del fumo c’é un’alternativa, ma a quello della “poltrona” no! Poverini, come non compatire tutti coloro che dopo aver annusato quell’ammaliante, suadente e cosí appagante aroma di “poltrona”, cadono succubi di quell’incanto che neanche le sirene di Ulisse poterono tanto… Bisognerebbe scrivere, sulle poltrone, “NUOCE GRAVEMENTE ALLA “SALUTE”…DEGLI ALTRI”.

  3. …chissà se Sisinnio Piras sarà candidato…probabilmente no…altrimenti toglierebbe voti a Siro e non potrebbe poi avere l’appoggio alle prossime regionali….e poi se uno invoca l’antipolitica non ha ragione…

    • Il suo operato non ha prodotto molto per il territorio, le tabelle le conosciamo, basta collegarsi nei siti ormai a disdposizione.E’ come tutti i politici Sardi che vanno a Roma non hanno peso, non li vede nessuno- si devono solo accodare alle decisionin di altri….. sono costretti a votare leggi contro la SARDEGNa come fece il suo amico ANGIUS che nego il diritto dei SARDI di avere una rappresentanza in Europa. Sono solo traditori dei SARDI e le tabelle mettiteloa dove meglio credi….. Io direi nel di dietro, SORGENTE.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.