Ennesima discarica in periferia

13
Una discarica nel quartiere di Via Corterisoni

Un cittadino indignato ha documentato con una serie di fotografie il degrado a due passi dalla sua abitazione.

Ancora una volta ci troviamo a raccontare di degrado e rifiuti nella periferia cittadina. Un utente del Blog ha voluto documentare il disgustoso spettacolo che si presenta in una area periferica che va dall’Hotel Cuevador al campo sintetico di Via Corterisoni.
Una zona destinata al benessere e allo svago che si ritrova trincerata tra rifiuti di ogni genere, in particolare provenienti da piccoli lavori edili. Sono presenti infatti molti rifiuti derivanti da demolizioni e ristrutturazioni assieme alle immancabile lastre di cemento amianto.

Come in altre occasioni, segnaliamo che il comune ha bonificato in più riprese le aree circostanti al nuovo campo sportivo ma purtroppo sembrerebbe ormai una lotta impari contro chi si è arrogato la facoltà di deturpare le campagne con i propri rifiuti.
“Un tempo potevo passeggiare – commenta E. A. – ora è diventata una discarica a cielo aperto”.
Sono necessari più controlli, anche localizzati in pochi punti, cogliere in flagranza uno che paghi per tutti è sicuramente un buon deterrente.

Villacidro.info – 30 ottobre 2012

CONDIVIDI

13 COMMENTI

  1. Andate a farvi una salutare passeggita nella strada che, dall’albergo ESIT scende fino alla via per Gonnosfanadiga (nota anche come “Bia Lada”): è un ricettacolo di immondezza e una discarica totale.

  2. caro il mio Sasquatch, perchè lasciare le cose dette e non dette?
    Il Corpo forestale e di vigilanza ambientale (Cfva) istituito con la legge regionale 26/85 è un Corpo tecnico con funzioni di polizia per la tutela dell’ambiente naturale; con più di 1400 persone, 3 servizi centrali, 7 servizi territoriali, 82 stazioni forestali e 10 basi navali.
    Provvede alla tutela tecnica ed economica dei boschi, dei beni silvo-pastorali dei Comuni e degli Enti pubblici, di parchi, riserve, biotopi ed altre aree di particolare interesse naturalistico(dal sito Regione)
    Dove vanno questi 1400 persone?? a pesca nelle basi navali??
    Abbiamo un grande assessore all’ambiente, famoso per la sua attività in favore dell’ambiente (quale? bagno o cucina??)
    Siamo alle solite, qui non si tratta solo di malcostume, si tratta di ignavia dell’amministrazione: è gente che pensa di aver risolto il problema dei rifiuti con l’affidamento ad amici della raccolta differenziata…
    tutti gli smaltimenti particolari non hanno la minima attenzione.
    Sono stati proposti dei luoghi dedicati, ma tutto tace..Fra un pò il sindaco vieterà ai cittadini di circolare per le vie campestri, come ha fatto con i cani nei parchi…Invece di preoccuparsi di trovare modo di far smaltire onestamente la m…, è più semplice vietare di farla.

  3. Fatevi un giro in via Monti Mannu sino alla diga e troverete la patria dell’abusivismo e del deturpamento del paesaggio ambientale:barracche abusive, depositi di materiali ed attrezzature a cielo aperto.
    Le istituzioni preposte al controllo fanno finta di non vedere e per esperienza le leggi non prevedono che vengano prese in considerazione le denunce anonime (io ho famiglia e figli e temo ritorsioni) e tutto questo non fa altro che tutelare l’omertà e il silenzio.

  4. Beh! Baracche e depositi attrezzi significano anche presenza sul territorio, probabilmente nei dintorni non ci sono discariche. Non per voler giustificare
    l’abusivismo, ma sono due cose diverse dalla zozzeria e dalle discariche…
    le attrezzature a cielo aperto poi…..invidia???

    • Condivido dove ci sono baracche e depositi di atrezzi sicuramente e´un detterente per la gente incivile .Non cercate di scusare questa gente dicendo e colpa del comune e colpa della forestale ecc questa e solo incivilta fatevi un giro a piedi nelle strade laterali che scendono in via Natti .sarei veramente a favore per una repressione totale da parte degli organi preposti e non solo a villacidro

  5. L’inciviltà ha diverse forme, chi deturpa l’ambiente e il suolo anche sotto l’aspetto dell’impatto estetico sono le stesse persone.
    Chi utilizza i terreni agricoli per fini diversi vive alle spalle della societa’(abusivismo, evasione di ici, imposte e quant’altro a discapito di chi paga regolare affitto per un deposito idoneo inserito in una zoan apposita)
    Vogliamo darli un nome (delinquenti)?o vogliamo parlare di gelosia e continuare a giustificarli perché c’è la crisi?
    Che senso logico deve dare mio figlio (1 anno) che vede la natura per la prima volta a questo schifo in mezzo a piante di ulivo, terra, e pietre?

  6. Le istituzioni fanno finta di non vedere cosi possono giustificare le spese che “dovranno” sborsare per istituire ulteriori organi di controllo, continuando ad addebitare le risorse sui cittadini che ormai sono alla fame completa. tutto questo non fa altro che invogliare l’omertà e il silenzio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.