Parchi e giardini pubblici off-limits per i cani

59

Con ordinanza n. 110/2012 il Sindaco conferma il divieto di condurre cani nel parco pubblico N°1  estendendolo anche al parco Marchionni e ad altre aree verdi della città. 

A seguito di innumerevoli segnalazioni da parte di cittadini circa la presenza di cani all’interno di aree pubbliche, parchi e giardini e la presenza delle loro deiezioni nei luoghi destinati ai giochi dei bambini – così come riportato nella premessa dell’ordinanza – il Sindaco ha riconfermato il divieto di introdurre cani all’interno del parco pubblico N°1, peraltro già istituito con ordinanza n.14 del 1999.
Il divieto è stato opportunamente segnalato e, con l’ordinanza di ieri 12 settembre, è stato esteso anche al parco Dino Marchionni, al parco di via Farina, nel parco n. 2 (stazione fds), nella piazza San Sisinnio, nell’area verde di via Corterisoni e nella piazza Sisinnio Mocci. I trasgressori verranno puniti con una ammenda di 100 euro.

L’ordinanza non è piaciuta agli abituè della passeggiata con l’amico a quattro zampe.  Se la motivazione è legata alle condizioni igienico sanitarie precarie per la presenza delle deiezioni disseminate nel prato verde, allora la soluzione non sembrerebbe la più appropriata. A detta di molti infatti, il pericolo per i bambini e le condizioni igieniche precarie non sono da attribuire ai cani ma, piuttosto, ad esseri umani che urinano sui muri di recinzione dei parchi o addosso agli alberi o sui cespugli. Vi è poi la presenza di bottiglie semivuote abbandonate sui muretti quando non addirittura in frantumi. Non si può fare a meno infine di notare che ogni giorno bivaccano all’interno dei giardini pubblici diversi cani randagi che probabilmente ignoreranno tale divieto.
La soluzione più gettonata tra i cinofili e non, che accontenterebbe tutti, è senz’altro quella di obbligare il proprietario del cane a raccogliere e portare via le deiezioni del proprio animale. (A. S.)

Villacidro.info – 13 settembre 2012

Vai al SONDAGGIO

CONDIVIDI

59 COMMENTI

  1. Ma è possibile, ma in che condizioni sono i parchi se così li volete chiamare, Basta far munire di sacchetti i vari proprietari di cani. comunque prima eliminerei i personaggi che butano il mondo in giro. E dire sporcano è fargli un complimento.. Beata ignoranza

  2. Controllare che ogni proprietario abbia al seguito paletta e sacchetto per raccogliere le deiezioni,sarebbe già una gran cosa!Vietare,vietare e vietare!!!Io sono più per educare educare e ancora educare!!!!Se proprio qualcuno fà lo gnorri beh,solo allora sanzionare il singolo,ma non limitare chi si comporta col giusto senso civico!!!Io la rivedrei un pochino questa ordinanza!!!:/

    • Questa è un altra delle tante contraddizioni che caratterizzano la nostra Italia, infatti si fanno campagne pubblicitarie contro l’abbandono dei cani, altre per evitare maltrattamenti etc etc, ma poi ci ritroviamo con dei divieti assurdi come questo che stiamo commentando.
      L’intenzione dell’amministrazione Comunale è sicuramente quella di impedire che i nostri amici pelosi, non facciano la pupù nel prato verde, ma sicuramente questo non è il modo migliore per risolvere il problema (anche perchè i cani nonostante gli sforzi non leggono i divieti e sono comunque presenti!), sarebbe come se non si facesse andare su strada una Ferrari solo perchè puo’ andare a 300km/h e quindi superare di gran lunga il limite di velocità.
      La soluzione più corretta, a mio parere, sarebbe quella di sensibilizzare i padroni dei cani affinchè si muniscano di bustina e guanto, magari dotando il parco di distributori automatici (non mi sembra una spesa eccessiva!), e punendo con sanzioni chi non rispetta tali regole. Questa potrebbe essere un’ordinanza da estendere a tutto il paese.
      Infatti non si può nascondere che molti padroni di cani siano alquanto maleducati, (ma vorrei evidenziare che sono appunto i padroni ad esserlo non i cani), visto che nel portare il cane a spasso lasciano sui marciapiedi dei segni alquanto sgradevoli. Pertanto colgo l’occasione per sensibilizzare le persone che veramente amano gli animali a rispettare poche ed utili regole per non arrecare fastidi al prossimo, ma soprattutto ai sigg. amministratori di non scegliere sempre la strada più breve per risolvere determinati problemi!!!

  3. Mai visto i cani randagi andare in bagno al parco… preferiscono terreni incolti e aridi.
    L’amministrazione si decida a togliere la recinzione dal parco numero 1 e renderlo di nuovo bello come un tempo. Sembra una prigione per reietti! Scarsa illuminazione e zone adiacenti alle case ad uso bagno!!
    A me sembra che sia piu’ vietato agli uomini che ai cani!

  4. buonasera a tutti, io sono un educatore cinofilo, ho due cani e da anni porto i miei cani a correre nei parchi di villacidro, e da sempre raccolgo le deiezioni dei miei cani in quanto solo la prima a coricarmi nell’erba.
    i giardini sono sporchi disseminati di ogni tipo di rifiuti ( comprese le deiezioni dei cani)
    il 99% dei proprietari che vanno “con i cani al parco” hanno con se le bustine x raccogliere le deiezioni ( anche se tutt’ora sento gente che mi chiede, si é dove la butto??? non esistono cestini, se il cane sporca x strada non si trova un cestino ( e se x fortuna il giorno passa (l’umido) non si può buttare xke non raccolgono le deiezioni in quanto la bustina igienica non è conforme a quelle pretese dal comune!)
    i miei cani sono puliti, vaccinati, cippati e assiucurati, socializzati e sempre sotto controllo, i randagi?? i randagi sono del sindaco no? quindi per ogni zecca portata da un randagio per ogni deiezione del randagio la multa arriverà in comune? mi devo mettere li con una fotocamera e fotografare ogni cane randagio che entra e distrugge il parco? mi devo mettere a fotografare le gente che molla rifiuti oci urina?? non è questo il modo di risolvere la questione cani…. e non possono chiudere i parchi ai cani se prima non ne fanno almeno due x cani… dove li dobbiamo portare a correre i cani??? in comune???

    • Condivido! Proprio l’altro giorno a Radio Rai un turista italiano ha raccontato la storia esemplare che ha avuto in Germania: andava in macchina in autostrada. Ad un certo punto ha avuto bisogno di far pipì. Non è che ha pensato di aspettare al prossimo autogrill: si è fermato nella prima piazzola e l’ha fatta lì.
      E’ passato un tedesco che l’ha visto, l’ha fotografato mentre faceva pipì a fianco all’auto (con tanto di numero di targa) ed ha inviato la foto alla polizia, la quale polizia ha immediatamente elevato un verbale al piscione italiano.
      Ormai non conosciamo più limiti: siamo quasi arrivati alla “giustizia fai da te”. Tutti armati di macchina fotografica e videocamere (visto che il Comune non si decide a metterle in funzione) e… sotto a sputtanare chi fa l’incivile per strada, sui parchi e sui monumenti.
      Mi sorge solo una domanda: in Italia si potrà fare?

  5. Fa proprio piacere vedere imporre i divieti ai cittadini e vedere le più grosse inadempienze (fogne)di chi ha queste trovate (senza per altro trovare soluzioni che renderebbero la cosa condivisibile): per pareggiare le cose, i cittadini dovrebbero potere multare a loro volta

  6. Io non porto mai il mio cane nei parchi di Villacidro per paura che possa prentersi qualche malattia, con tutta la gente che ci piscia dentro. Multate piuttosto chi non raccoglie le deiezioni dei propri cani, e multate anche i cani a due piedi che pisciano in giro.

  7. Il mio caro amico a quattro zampe, riposi in pace, l’ho sempre portato ovunque in paese e non ha mai rovinato alcun parco in nessun modo. Anzi, quando metteva le zampe sull’erba era felice e spensierato.

    Poi non ho capito, il cane no perchè sporca, ma tutti i ragazzi/e che sporcano più del peggior cane, si?

  8. E’ semplice, la prossima ordinanza in materia sarà per ordinare a tutti i possessori di cani, di dotarsi di sacchetto e paletta per raccogliere tutte le ckke di cane per le strade del paese, anche quelle in ombra.
    Poi verrà adibito il nuovo parchetto in via R.Luxemburg alla raccolta delle kakke, Mentre negli altri parchi sarà obbligatorio portare i bambini al guinzaglio e dotarsi di sacchetto, paletta e bottiglia per raccogliere le deiezioni, mentre è naturalmente concesso di scaricare negli appositi cestini, pannolini, assorbenti e rifiuti cartacei….di ordinanze ed ingiunzioni. Bello governare a colpi di carta!!! e la testa usarla …per cosa???

  9. non per fare polemiche,ma siamo diventati troppo protezionisti,io cani ne ho avuto sempre,non li ho mai abbandonati,e quando sono venuti a mancare,ho anche sofferto,anche perchè mi sono sempre affezionato a loro,e li ho sempre considareati facenti parte della famoglia,però nei parchi,o nelle strade della cittadina ,non li ho mai portati,proprio perchè,ho sempre pensato a questi problemi,e per rispetto della gente,e in particolare dei bambini e non li ho mai condotti in luoghi dove i bambini ci vanno a giocare ,sia per un fattore di rispeto,che per quello che sono i rischi sanitari,che quest’ultimi potrebero rischiare,i cani sono degni di rispeto ,ma non per questo devono essere anteposti alle persone

    • Scusa Antonello, i cani hanno bisogno di correre e di giocare all’aria aperta, magari in compagnia del proprio padroncino. Mia figlia mi chiede spesso di portarla fuori assieme al cane, ma nei parchi non si puo andare, nelle spiagge non si puo,a san Sisinnio neppure, dimmi tu dove bisogna uscire.Per quanto riguarda l’igiene, secondo me i bambini rischiano di più giocando fra la pipi umana, le ciche di sigarette, e perchè no fra qualche vomito lasciato li dalla notte prima.Sono tuttavia daccordo con la multa da 100 euro, che andrebbe fatta a chi non raccoglie i bisogni.

      • scsa gigi io cani ne ho 7 di taglia piccola liho liberi nel mio cortile se sporcano li pulisco io.ma possibile che a villacidro con tutto il terreno pinete boschi ecc.uno x forza deve portare icani dove giocano i bambini.esci appena fa buio quarda quante persone escono x portare i loro cani in bagno il 90 x cento non sa cosa sia paletta e busta.sono persone simili a quelli che piscianoin strada gente maleducata che non rispetta neanche se stesso. ho dobbiamo mettere guardia x ogni persona 24 su 24.

        • Ciao batman, anche io il cane lo tengo in cortile e raccolgo i suoi bisogni. Detto questo ti chiedo: da quanto tempo non ti affaci alla finestra? di quali pinette parli?. Mi chiedevo inoltre se oltre ai 7 cani hai anche qualche figlio/a? prova a chiudere gli occhi e immagina un bambino/a che corre col proprio cane nel bosco, ti sempra veramente il posto più sicuro per giocare.La mia non voleva essere una difesa cecca dei possesori di cani. Sono daccordo con le sanzioni, ma rivolte a chi non raccoglie le “cacche”.

  10. vietato l’ingresso ai cani…..mah!!strano! che abbiano cominciato anche i cani a lasciare per strada lattine,ciche,cartacce,sacchetti pieni di spazzatura??e se fossero gli stessi cani gli autori dei vari incendi di quest’estate??io mi chiedo perchè non cominciano a prendere esempio da noi homo sapiens!sapiens???mah….

  11. buonasera a tutti, io sono un educatore cinofilo, ho due cani e da anni porto i miei cani a correre nei parchi di villacidro, e da sempre raccolgo le deiezioni dei miei cani in quanto sono la prima a coricarmi nell’erba.
    i giardini sono sporchi disseminati di ogni tipo di rifiuti ( comprese le deiezioni dei cani delle persone che aprono i cancelli e li fanno uscire a fare i loro porci comodi e a farsi stirare)
    il 90% dei proprietari che vanno “con i cani al parco” hanno con se le bustine x raccogliere le deiezioni e non sono pochi… ( anche se tutt’ora sento gente che mi chiede, si é dove la butto ora??? ) non esistono cestini, se il cane sporca x strada non si trova un cestino ( e se x fortuna il giorno passa (l’umido) non si può buttare xke non raccolgono le deiezioni in quanto la bustina igienica non è conforme a quelle pretese dal comune!)
    i miei cani sono puliti, vaccinati, cippati e assicurati, socializzati e sempre sotto controllo, i randagi?? i randagi sono del sindaco no? quindi per ogni zecca portata da un randagio per ogni deiezione del randagio la multa arriverà in comune? mi devo mettere li con una fotocamera e fotografare ogni cane randagio che entra e distrugge il parco giustamente x farsi un riparo all’ombra x l’estate? mi devo mettere a fotografare le gente che molla rifiuti o ci urina?? non è questo il modo di risolvere la questione cani…. e non possono chiudere i parchi ai cani se prima non ne fanno almeno due x cani… dove li dobbiamo portare a correre i cani??? in comune???
    per non parlare poi dei bambini, personalmente non mi fermo in un parco se vedo bambini, motivo? il miei cani fanno entrambi gli stage nelle scuole, qualunque bambino li conosce e in 1000 ogni giorno li accarezzano, prego sempre ai bambini di chiedere prima di accarezzarli.. si chiama buon senso…
    da anni esiste un regolamento comunale che dice che i proprietari devono raccogliere le deiezioni solide ( altrimenti multa) i cani devono essere tenuti al guinzaglio( lungo massimo 1,50 ) e se liberi con la museruola, ma secondo me dovrebbe essere a discrezione del proprietario ( che conosce il suo cane) se so che ho un cane che non sopporta le persone gli metto la museruola, raramente ciò viene fatto, e sono la prima a liberare il cane senza museruola ( ma perchè conosco i miei cani e so di potermelo permettere, il mio vecchio cane usava la museruola e me ne vanto) incidenti non ne sono mai successi!!! basta il buon senso,educazione e intelligenza.
    vogliamo parlare dei cani a cui viene aperto il cancello la mattina? stendiamo un velo pietoso… conosco cani che sono liberi 24 ore al giorno, liberi di cagare, distruggere buste di spazzatura etc. è dubito anche che abbiano il chip… quindi? i primi da denuncia sono loro….
    quindi io con i miei cani ripeto ( PULITI, VACCINATI, PRIVI DI PULCI E ZECCHE,ASSICURATI E CHIPPATI ) non posso entrare al parco… bene… quindi??? dove li porto a fare una corsa??? dove li porto a giocare??
    avviso tutti che STO ORGANIZZANDO UNA PETIZIONE … LIBERO ACCESSO NEI PARCHI NON RECINTATI ( in quelli recintati potranno giocare tranquillamente i vostri figli al riparo da questi cagnacci rognosi TANTOOOOOO PERICOLOSI E PORTATORI DI MALATTIE e magari da tossici, ubriaconi pisciatori incalliti, pirati della strada etc. ) , almeno DUE PARCHI PER CANI RECINTATI , dove i nostri cani saranno al sicuro dalle macchine. INSTALLAZIONE DI DISTRIBUTORI di buste igieniche e RACCOGLITORI di deiezioni IN TUTTI I PARCHI E PER LE VIE DEL PAESE,
    cosi saremmo tutti contenti, MADRI PREOCCUPATE DEI CANI E NON DELLE BOTTIGLIE SPACCATE E DELLE SIRINGHE, E NOI PROPRIETARI DI CANI BISOGNOSI DI FAR CORRERE I NOSTRI CANI.
    ah … ultima ma non meno importante poi chiudo … leggetevi il regolamento comunale di cagliari… ( li aprono tutto ai cani (locali commerciali,uffici pubblici parchi etc) qui si nega a un cane di poter correre libero o al guinzaglio in tutti i parchi, fatiscenti, sporchi,nel degrado piu totale ) NON E’ QUESTO IL MODO …. COSI FACENDO NON SI RISOLVE IL PROBLEMA, CONTROLLI PESANTI E MULTE A CHI NON RACCOGLIE, HA I CANI IN GIRO E SENZA CHIP…ETC. NON PRIVANDO I PROPRIETARI DI CANI DI PORTARLI AL PARCO.
    x non parlare dell’ubicazione del rifugio randagi che peggio del luogo dove è stato costruito non si poteva fare, io credo che manchi la cultura cinofila a chi prende queste decisioni infelici.

  12. salve
    anche io ho un cane di piccola taglia, purtroppo in casa non ho nè un giardino nè un cortile. Il parco n° 1 è vicinissimo a casa ed è il posto più pratico dove portarlo per giocare un pò: e adesso dove andremo senza per forza prendere la macchina?

  13. Azz, nuovo atto di grande coraggio! Ma chi c’e’ in giunta, Chuck Norris?
    Maaaaa… non e’ un po’ troppo impulsiva questa amministrazione? I bambini schiamazzano, chiudiamo il campetto. I cani scagazzano, chiudiamo il parco. Guardate che non siamo tutti dei barbari, la maggior parte della popolazione ci tiene al paese. Mettete dei cartelli che spieghino le norme da seguire, sistemate qualche raccoglitore perche’ la maggioranza civile sappia dove buttare le feci dei propri cani, e soprattutto vogliamo metterci un po’ di vigili a controllare ogni tanto? Coi soldi che paghiamo tra IMU e TARSU (quest’anno poi gran raccolta) non possiamo neanche piu’ permetterci il “lusso” di portare in giro il cane al guinzaglio?
    Cerchiamo di essere responsabili, si sta cominciando a tirare un po’ troppo la corda.

  14. Poveri esseri…ora i cani non possono nemmeno farsi una passeggiata per il paese,per colpa di alcuni “stronzi” che non si prendono la responsabilità di accudire il proprio animale e che,giustamente,espelle quando ne sente la neccessità.Propongo invece una bella sonda anale satellitare,con tanto di parabola,per tutti gli ominidi che,al posto di farla a casa loro,sporcano tutto ciò che trovano a tiro dei propri sfinteri.Ah è abbiamo il coraggio di chiamare loro animali…ma vaff….!!!!

  15. Scusate….. normalmente non commento le ordinanze dell’ Amministrazione comunale, però, quest’ultima mi fa riflettere.
    PREMESSO che pervengono innumerevoli segnalazioni da parte di cittadini;
    VISTA la necessità di tutelare la salute pubblica;
    Io vieterei l’ingresso dei cacciatori nei boschi, perché lasciano le cartucce e qualche volta le loro deiezioni….
    Io vieterei l’ingresso delle automobili nei centri abitati, perché inquinano e superano le velocità consentite……
    Io vieterei le spiagge ai fumatori e ai bambini, perché i primi lasciano le cicche, i secondi urinano nella sabbia…….
    Io vieterei la frequentazione alle persone che amanti delle nostre campagne lasciano il sacchetto nero per occupare il posto……
    Io vieterei gli interventi delle forze dell’ordine nei luoghi degli incidenti, perché pasticciano le strade e certe volte lasciano dei guanti di latice……
    Io vieterei i controlli dei finanzieri negli aeroporti, perche con i loro cani che ci annusano, potrebbero attaccarci qualche zecca…..
    Io vieterei la circolazione sulle strade dei ciclisti, perché certe volte sporcano con il loro sangue….
    Io vieterei gli accampamenti nei boschi dei boy scout, perché non sono sicuro dove la fanno……
    Io vieterei la circolazione dei cavalli alle sagre paesane, perche la fanno …….
    Io vieterei la circolazione degli amici extracomunitari, perché purtroppo la fanno anche loro…….
    Io vieterei le guerre, perche producono un sacco di spazzatura!!!!!!
    Anzi sapete cari amministratori, io vieterei la circolazione su questa terra di tutti gli imbecilli e come dice il sig. Marcialis, anche di qualche asino.
    Vogliamoci bene gente.

    • scusate!!! anzichè essere sempre contrari a tutte le ordinanze che in questo caso l’amministrazione comunale ha emesso. se tutti noi cittadini indistintamente imparassimo un pò di senso civico. l’amministrazione anzichè perdere tempo per simili ordinanze, al momento secondo il mio punto di vista giusta, dedicherebbe più tempo a cose più utili per la cittadina. tutti i padroni di cani se usassero la paletta e la bustina per raccogliere i bisogni del proprio cane, nessuno li vieterebbe l’ingresso ai parchi .ifumatori in spiaggia abbiamo sempre almeno un bicchiere per l’acqua non costa niente le ciche metterle li e quando si abbandona la spiaggia portarsele via insieme ai rifiuti. idem per gli amanti della montagna.e tantissime altre sgradevoli circostanze, sta anche a noi essere a volte vigili di noi stessi, anche a rischio di prenderci qualche vaff…..o, da parte di qualche maleducato. fargli presente sia che si conosca o no, che certe regole per il bene di tutti vanno rispettate.troppo facile portare i cani in giro sia in strada o sui parchi per espletare i propri bisogni e lasciar pulito il giardino o il cortile del proprio padrone. la tranquillità o la maleducazione e il manefreghismo di pochi non deve rovinare la vita e la tranquillità della maggioranza dei cittadini. tutto ciò e valido anche per quelle persone incivili che imbrattano e urinano molti posti del paese. con l’augurio di diventare tutti molto più civili senza che nessuno ci metta dei divieti ciao MARCELLO.

  16. Con tutti i grandissimi problemi che abbiamo da risolvere sono queste le ordinanze che fa il comune??se forse ci si preocupava di più di risolvere problemi molto più gravi come le strade disatrate, gli spacciatori sparsi per i parchi invece di rompere le scatole a questi poveri cani che se il padrone é intelligente non fanno male proprio a nessuno, basterebbe solo essere più civili raccogliere i bisogni del cane e magari multare chi non lo fa ma non fare di tutta l erba un fascio…quest ordinanza é stata fatta solamente per togliersi tutte le lamentele di mezzo nel modo più veloce senza badare a quali diritti si stavano calpestando, e se posso permettermi i veri ” sporcaccioni” non sono tanto i cani ma alcuni cittadini che prendono i parchi e non solo i parchi come un enorme pattumiera, spero tanto che quest’ ordinanza venga modificata o tolta ma che non venga lasciata come ora perchè é veramente ingiusta si puo trovare tranquillamente un compromesso.
    (p.s)il cane lo porto comunque al parco!!!!! 🙂

    • Ma bene, complimenti, infischiamocene dell’autorità!!Ma che discorsi sono questi?
      Il problema vero, è che noi viviamo senza rispetto per l’ambiente e per le persone..In qualsiasi paese normale, nessuno butta i rifiuti per terra/strada (gomme da masticare, cartaccie, lattine, mozziconi di sigaretta) e quando portano il cane a passeggio, RACCOLGONO le feci, ed evitano che urini nei parchi!La mentalità è il problema non solo dei villacidresi, ma dell’italiota medio..e non venitemi a dire che non ci sono i cestini..i cestini erano presenti, e pure i guanti di plastica..ma tutti se ne sono infischiati, le vostre sono solamente scuse patetiche.
      Spero che tutti i cittadini segnalino chi continua a non rispettare questi divieti.

      • Se lei legge bene ciò che viene scritto, ho sottolineato il fatto di multare colui che non raccoglie i bisogni del proprio animale, la soluzione non sarà di sicuro discriminare dai parchi i cani, anche se questa è legge ciò non vuol dire che sia giusta, e mi scusi ma prima ci si dovrebbero civilizzare i cittadini.

  17. ma di che cosa stiamo parlando se un paio di decenni fa le persone nascevano con la mierda sino ai capelli , siete diventati davvero cosi schizzinosi davanti alla cacchetta del ciwwawwa o come si chiamano … quei piccoli cagnolini che portano al parchetto ….

  18. “Con ordinanza n. 110/2012 il Sindaco conferma il divieto di condurre cani nel parco pubblico N°1 estendendolo anche al parco Marchionni e ad altre aree verdi della città”.
    Il divieto dovrebbe essere esteso anche a chi entra in bicicletta, a chi va a giocare a pallone…Ma soprattutto dovrebbe essere in funzione un serio sistema repressivo e sanzionatorio: come accade per esempio in Svizzera e in Germania. Ma qui le forze dell’ordine vivono in un limbo fumoso e il cittadino matura la convinzione diffusa nelle zone di mafia, camorra e ‘ndrangheta che recita: LA LEGGE E’ FATTA PER I MINCHIONI!

  19. ma perchè non estendere il divieto anche ai maleducati senza cane? magari a quelli che urlano parolacce e bestemmiano, oppure a quelli che sporcano con cartacce e lattine. Fatevi un giro al parchetto di via farina-pascoli e nell’altro di via pavese verso le 18.30. Vedrete un folto gruppetto di sedicenni che dopo aver consumato la pizza al taglio e la lattina lascia nel prato un bello spettacolo colorato e profumato. Mi rivolgo proprio al Sig Sindaco e agli assessori: fatevi accompagnare dai vigili urbani, andate a colpo sicuro tutti i giorni ne beccate a decine, altro che escrementi di cane

  20. io vorrei aggiungere un’ulteriore divieto:
    E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO AMMINISTRARE(cosa abbastanza semplice quando non si è menefreghisti) QUANDO SI COMINCIA AD EMANARE LEGGI & (DE)CRETI(NI) CHE OFFENDONO L’INTELLIGENZA E IL BUON SENSO

    • 28 luglio 2012 Animali
      Illegittimo vietare ai cani di entrare nei parchi pubblici

      Quando e perchè è illegittimo il provvedimento della P.A. che vieta agli animali di entrare nei giardini pubblici

      di Samantha Mendicino

      T.A.R. PIEMONTE, Sez. II – 18 maggio 2012, n. 593

      Ebbene sì: l’ordinanza sindacale con cui si vieta ai cani di entrare nei luoghi pubblici nonostante l’utilizzo, da parte dei rispettivi proprietari, del guinzaglio è illegittima se non esiste “una situazione di effettivo e concreto pericolo per la salute pubblica”, debitamente documentata mediante l’obbligo di istruttoria, che non sia risolvibile mediante l’utilizzo degli ordinari strumenti di cui è dotata la P.A.

      L’ordinanza (che è stata impugnata e, successivamente, annullata dal TAR) motivava il detto divieto in base alla mancata raccolta delle deiezioni degli animali, da parte dei proprietari. Dunque, il Sindaco riteneva necessario ordinare il divieto di accesso nell’area verde per evitare possibili rischi alla salute pubblica.

      Per il TAR non è così: perchè rientra nei poteri ordinari del Sindaco ” …potenziare il controllo da parte della polizia municipale, sanzionando i trasgressori dell’obbligo predetto”.

      Si legge nella sentenza “… Dal testo dell’ordinanza impugnata si evince che il Comune di Crodo considera la presenza dei cani nelle aree verdi un rischio di natura igienica per la salute dei cittadini, oltre che un problema per il decoro della cittadina a causa delle deiezioni degli animali, non raccolte dai proprietari. Pertanto il Comune si limita ad affermare che la presenza degli animali potrebbe avere conseguenze dannose per la salubrità dei cittadini. Non essendovi dati o accertamenti medico-veterinari a supportare la decisione del comune di vietare l’accesso dei cani alle aree verdi, tale ordinanza appare viziata da eccesso di potere per carenza di adeguata istruttoria. Dall’esame degli atti di causa non è dato rinvenire, infatti, idonea istruttoria volta a sostenere la decisione di adottare un’ordinanza quale quella impugnata… L’unico obbligo imposto dalla legge nella conduzione dei cani è quello di condurli al guinzaglio con l’obbligo di idonea museruola, quando si trovano nelle vie o in altri luoghi pubblici ( art. 83 D.P.R. n. 320 del 1954). L’esercizio del potere di ordinanza sindacale non può prescindere dalla sussistenza di una situazione di effettivo e concreto pericolo per la salute pubblica, la quale non sia fronteggiabile con gli ordinari strumenti di amministrazione attiva, debitamente motivata a seguito di approfondita istruttoria. E’ pertanto illegittima l’ordinanza che vieti l’accesso ai cani, anche se al guinzaglio, in tutte le aree verdi pubbliche, in ragione del rischio sanitario derivante dalla mancata raccolta delle deiezioni da parte dei proprietari: a prescindere dalle carenze istruttorie, la situazione risulta infatti agevolmente fronteggiabile attraverso il controllo della polizia municipale…”

  21. A quanto pare Villacidro è Off Limits anche per PESCI E TARTARUGHE… Da quando hanno pulito il laghetto del Parco sono crepati tutti!!!
    Io mi chiedo: ma anche a casa vostra quando pulite mandate tutti in camposanto? Oppure è un trattamento speciale che avete riservato per la pulizia del laghetto? Vabbe’…d’ora in poi i bambini li portiamo da qualche altra parte…Grazie!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.