Villacidro ritorna roccaforte rossa

131

VILLACIDRO. Villacidro torna ad essere una roccaforte del centrosinistra. Non porge evangelicamente l’altra guancia e si riprende il governo del Comune dopo tre anni di purgatorio all’opposizione, una autentica umiliazione dopo trent’anni ininterrotti di amministrazione del «paese d’ombre». Teresa Pani, 50 anni, piddì doc con esperienza amministrativa da vendere da consigliere comunale, assessore, vicesindaco e capogruppo consiliare (nonchè consorte del deputato e leader del Pd nel territorio Siro Marrocu), è il nuovo sindaco. Pardon, «sindachessa».

La coalizione di centrosinistra ha stracciato le tre liste concorrenti e si è pertanto ripresa il feudo tradizionalmente rosso del Medio Campidano, incappato nel giugno del 2008 in una debacle che mai si sarebbe aspettato. Le divisioni, con il PD solitario (causa fratture con gli alleati di sinistra e Idv) a fronteggiare l’arrembante lista avversaria di centrodestra, avevano clamorosamente consegnato il Comune alla concorrenza, a quel tempo con il vento berlusconiano in poppa. Un successo supportato anche, forse in maniera determinante, dal candidato sindaco di allora Ignazio Fanni, uomo senza tessere di partito, molto stimato in paese per la sua indole mite e la professione di farmacista che lo aveva sempre tenuto a contatto con la gente. La prematura scomparsa di Fanni, a fine dicembre 2010, ha portato allo scioglimento del consiglio comunale e, di conseguenza, a nuove elezioni.

Che ci fosse aria di ribaltone lo si era capito già alla formazione delle coalizioni e delle liste. Il centrosinistra si è ricompattato in tempi rapidissimi sul nome di Teresa Pani con un fronte che andava da Sel e Federazione della Sinistra all’Italia dei Valori, Udc e Unione Popolare Cristiana. Solo una rappresentanza minore ha deciso di non aderire, presentandosi autonomamente con canditato sindaco Antonio Muscas («Progetto Comune»).
Ma a far intuire che a Villacidro era cambiato il vento e che il centrosinistra aveva grosse chance di rivincita, erano state le divisioni nell’area di centrodestra. Innazitutto l’allestimento di una lista civica facente riferimento in maniera velata ma incontestabile a Fli («Villacidro Futura»), che ha tolto spazio e voti a quella ortodossa del centrodestra «Anch’io per Villacidro», inequivocabilmente espressione del Pdl per quanto i promotori si siano ostinati a proclamarla civica. Ma ha pesato soprattutto la guerra intestina allo stesso Pli dove i due leader locali sono entrati in rotta di collisione sul nome del candidato sindaco. Alla fine hanno dovuto cedere entrambi e accordarsi su un terzo nome indipendente (Antonio Silanos). Risultato: il centrodestra a Villacidro ha ballato solo tre anni.

Che la vittoria del centrosinistra e di Teresa Pani fosse a vista, ieri pomeriggio lo si è capito già dopo le prime fasi dello spoglio. Essere in vantaggio da subito in tutte le sezioni, comprese in quelle che venivano date come centrodestriste, ha fatto intendere che non ci sarebbe stata storia. E così è stato. Vittoria schiacciante e inappuntabile, con oltre 1.300 voti di differenza sull’avversario più immediato.

Alle 16, nella sede elettorale del centrosinistra allestita nel salone Farigu, si cominciava a respirare aria di rivincita. Poi, con l’arrivo dei dati sempre più favorevoli (elaborati da un’autentica task force informatica), è cominciata la festa. Teresa Pani in lacrime acclamata da tutti, il marito Siro Marrocu anche lui in lacrime come la moglie quando ha dedicato la vittoria a un vecchio «compagno» che non c’è più.
«Sarò il sindaco di tutti – ha ripetuto Teresa Pani -, è un risultato straordinario, oltre ogni aspettativa. La gente ha capito le nostre proposte e le ha votate. Amministreremo tenendo sempre in primo piano i problemi della gente».

LUCIANO ONNIS – 18 maggio 2011  –  Fonte: La Nuova Sardegna

CONDIVIDI

131 COMMENTI

  1. La lista del centrosinistra ha preso poco più di 150 voti rispetto alle comunali del 2008, ha avuto un incremento del 3.5%. Non è un grande risultato, sono gli altri che hanno clamorosamente perso, hanno perso perchè hanno rinnovato il modo di fare politica ma nel modo peggiore, Silanos Chia Cabriolu dipendenti della Villaservice sono solo uno degli aspetti di questa gestione politica del bene comune. Hanno perso perchè dietro le lacrimucce della Orrù (che dice di votare centrosinistra) i villacidresi hanno capito che c’era il “moderato” on. Piras noto alle cronache per il classico: “lei non sa chi sono io!” Hanno perso perchè pensavano di poter fare a meno dei dipendenti comunali trattati spesso a pesci in faccia, hanno perso perchè la loro avidità, la bramosia di potere li ha portati a sbranarsi vicendevolmente, ricordate la candidatura a sindaco della Orrù prima smentita poi confermata, la candidatura di Mura poi smentita ecc., acceccati da non accorgersi che intanto i villacidresi osservavano…

    • quante lacrime la destr non ha mai combinato niente qui a villacidro e tutto quello che c e lo dobbiamo alla sinistra chiunque abbia governato…
      la destra invece a combinato solo disastri in 3 anni siamo diventati meno di zero …

      • ma cos’ha combinato la sinistra in 30 anni di legislatura? Dove sono i vantaggi che ha portato al ns paese? hanno mangiato e stramangiato per 30 anni e riempito le loro tasche con i soldi dati per finanziare opere e dare lavoro ai cittadini, queste sono le cose che hanno fatto finora. Promesse promesse promesse e fatti zero!!!!!!!!!!!!!! Vige e vigera’ sempre,se la gente non comincia a cambiare mentalità, la regola del favoritismo e se tu mi dai io ti do…..mi fanno solo schifo….e molta pietà, poverini. Questo non è fare politica ma portare i cittadini a rivoltaglisi contro. La politica si fa ascoltando le persone , vivendone le situazioni e conoscendone i problemi e non di certo chiedendo favori in cambio di voti o soltanto perchè è un suo amico o parente……..svegliatevi e cambiate le cose altrimenti continueremo a fare la fame molta piu’ di quella che Villacidro sta vivendo ora….Grazie

        • sai che per fare le opere c e bisogno di persone che lavorano ? e sai che le persone che lavorano sono felici se percepiscono uno stipendio ti sembra poco ?
          comunque se solo invidiosa che anche questa volta le persone migliori che potevano governare il paese c e l hanno fatta nuovamente…
          nei tre anni precedenti villacidro e diventata come villa service una discarica…
          ora si spera che questi la riportino a suoi vecchi splendori

          • i vecchi splendori certo… l’unica cosa che il centro-sinistra riporterà ai vecchi splendori (essendo diventata una discarica in questi anni) è la villacidrese! e come non citare l’ippodromo, ah si l’ippodromo… l’ippodromo sarà un volano di sviluppo (dice il vostro amato nuovo sindaco), con queste parole possiamo intendere cosa accadrà per i prossimi 5 anni!

          • Ma quali vecchi splendori? A parte che ne ricordo pochi…La crisi è quantomeno Nazionale e non si risolve certo con due cantieri a Villacidro…che son pagati coi soldi di tutti, o da dove pensate che arrivino i fondi europei e regionali? sempre a noi sono tolti! si deve trovare il modo di sopravvivere, altrochè…e quando si viene a conoscenza di “giochetti” strani…denunciare subito, perchè parlarne su un blog senza prove e per sentito dire non serve a nulla. Sbaglio?

          • Invece di dare fiato ai polmoni caro zizu faresti bene ad andare a vedere chi ha vinto tutti gli appalti per le “grandi opere” come tu le chiami che poi in realta sono solo grandi sperperi di denaro pubblico in edificazione di cattedrali nel deserto. La stragrande maggioranza degli appalti sono finiti in mano a ditte che non sono manco sarde quindi prima di parlare informati.

      • zizu è evidente che tu non sai quel che dici!! se la sinistra avesse governato bene in 30 anni, stai pur certo che non avremmo poco meno di 15mila abitanti ma saremo andati oltre il picco massimo raggiunto anni fa (circa 17000), nel mentre abbiamo visto il paese più popoloso del medio campidano cadere a picco con la conseguente crescita di altri paesi, vedi guspini, vedi sanluri. Il problema non è centrosinistra o centrodestra, il problema del centrosinistra di villacidro è la corruzione, è la speculazione di denaro e permessi a favore di pochi scelti(io li chiamo leccaculo(e non solo io)), chi invece non ne vuole sapere di inchinarsi e abbassarsi i pantaloni offrendo ciò che di più sacro ha, viene trattato come nessuno, come se non fosse un cittadino villacidrese, non ha il diritto di dire o di pensare, perchè per poter fare qualcosa di costruttivo deve rivolgersi ai soliti noti e, ovviamente deve vendersi. Per carità svegliatevi.

  2. Fino a ché ci sarà ignoranza, la vecchia politica delle false promesse funzionerà sempre e comunque.. Bisogna cambiare il sistema, bisogna fare in modo che la gente sappia ciò che accade, ci vuole trasparenza da tutte le parti se vogliamo il bene di villacidro, TUTTI dobbiamo impegnarci affinché tutti sappiano e le prossime volte vadano al voto informati senza doversi affidare alle false promesse!

  3. ma quando mai ha governato la destra a villacidro? la giunta uscente era solo amucchiata generale , in credo che politici di destra non gli abbiamo mai avuti. qualche elemento lo troviamo in anchio per villacidro e villacidro futura .spero che si ritrovino assieme. Per formare una vera destra!!

    • ma scusami la lista anche io di villacidro era civica? non mi sembra …dario piras-chia franc-matteo musca … e dall alto sisinio piras… mi vuoi dire che non sono pdl… allora racconti bugie come il nostro presidente bunga bunga…
      ma per favore …

          • LUCA di bella gioventù nei 20 eletti del CENTROSINISTRA c’è ne sono tanti, credo siano utili per il buon governo del paese, inutile oggi continuare a denigrare e sfottere sulla stravincente vittoria di TERESA PANI e tutto il CENTOSINISTRA , lo so e un boccone troppo amaro per te da mandar giù ma la stragrande maggioranza dei votanti VILLACIDRESI ha scelto il miglior sindaco e la miglior coalizione, dovresti tu e i pochi che la pensano come te prenderne atto e accettare la sconfitta , complimentarti con il sindaco TERESA PANI e il CENTROSINISTRA per VILLACIDRO e augurarli un BUON LAVORO ciao MARCELLO

          • @marcello muscas Veramente io ho già fatto gli auguri di buon lavoro a quelli che conosco della giunta Pani e la sera stessa dello spoglio. Ti garantisco che a me non cambierà la vità chiunque venisse eletto. Non mi risulta di aver mai chiesto nulla a nessuno ne a Teresa ne tantomeno agli altri XD

        • E dimmi invece i partiti di paola Orrù,Agnese deidda,Franco Mura,Piras raimondo,Giuseppe Ecca e altri ancora….Tutti pdl??
          Franco mura?
          Franco mura ha girato un pò tutti i partiti..mi ricordo ancora quando era un giovincello, assessore nel 93 con giorgio danza..Ma certi APPETITI non finiscono mai!
          Marco Leo?Credo sia un simpatizzante per il PCI o sbaglio?
          Efisio Meloni?Anche lui, ormai è un professionista della poltrona.Dalle primarie con il piddì, un passato sempre a sinistra, e un futuro al fianco di gasparri.

      • zizu con questo commento sei caduto in basso.. Bunga bunga, ma per favore. Pagherei perché le cariche amministrative facessero bunga bunga a villacidro, purtroppo non lo faranno, ma faranno qualcosa di molto, molto peggio.

        • rispetto alle precedenti elezioni comunali e delle elezioni provinciale la campagna elettorale quest’anno è stata molto meno scorretta. Merito di tutte le liste e di tutti i candidati sindaco, nessuno escluso. democrazia vuole che si accetti e si rispetti il risultato, ma siccome la madre dei cretini è sempre incinta c’è sempre qualcuno che prosegue nella stupida denigrazione e insulto per sfogare l’amarezza di una sconfitta o l’arroganza di una vittoria. tra questi cretini il più accanito pare il signor ( si fa per dire) Cauli ma poichè tutti conoscono le sue offese inoffensive e patetiche . Un uomo solo e triste .

  4. Si ricorda ai signori naviganti che, qualora ci siano commenti offensivi e/o diffamatori, l’anonimato vige solo per gli amministratori e utenti di questo blog, ma non per l’autorità giudiziaria, la quale, nel momento in cui ravvisi un reato, può tranquillamente risalire all’identità dell’utente interessato.

  5. Continua a serpeggiare l’ignoranza nelle vie di Villacidro!Alcuni continuano a giustificare il proprio voto con Scuse futili!Parlano x luoghi comuni!Nella lista di Teresa Pani ci sono dei validi ragazzi(Cuccui e Balloi x esempio), ma nn condividendo il progetto proposto, ho votato x altri!Nessuno riceve un premio offendendo il prox!Sarebbe meglio argomentare sui fatti accaduti da trent’anni fa fino all’elezione del nuovo primo cittadino!Sono stati investiti tanti milioni in opere pubbliche (e non)!Queste hanno dato beneficio alla comunità, o hanno avvantaggiato solo pochi?C’è ancora speranza x i giovani di Villacidro, o è stato aperto in comune l’ufficio di reclutamento x nuove commesse e magazzinieri ne vai suxmercati?Ricordatevi che noi cittadini dobbiamo pagare i finanziamenti al partito( chiamati ora rimborsi elettorali)!Quanto hanno speso Teresa,Silanos in piu rispetto Ad Antonio M e Gessica P?Io dico solo che è facile fare politica con i soldi degli altri!Non date spazio ai giovani xke nn hanno esperienza!Ah ah Ecco xke in Italia siamo il 3°mondo!

  6. Io invece sono contento che abbia vinto il PD, almeno daranno lavoro a tutti i loro sostenitori lavoratori precari, poveracci e miserabili, bisognosi di un incarico remunerativo … perchè se ci pensate bene, qualcuno ha sempre tratto dei vantaggi nelle passate legislature … mah! Peccato che la miseria mentale sarà difficilmente colmabile. Naturalmente, questo vale anche per “anch’io per villaservice”. Fino a quando si voterà per un tornaconto personale e non per il bene comune, il paese continuerà a percorrere la strada che lo porterà inesorabilmente verso la rettrocessione; il risultato sarà un territorio desertico e sottosviluppato, dove permane la piaga sociale del cliesntelismo.

  7. «Sarò il sindaco di tutti – ha ripetuto Teresa Pani -, è un risultato straordinario, oltre ogni aspettativa. La gente ha capito le nostre proposte e le ha votate. Amministreremo tenendo sempre in primo piano i problemi della gente».

    Non sei credibile, Teresa Marroccu Pani, quando piangi di commozione per la vittoria. Non sei credibile tu e non è credibile il signor Siro Marroccu tuo marito. Non sei credibile per le “proposte” che dici di aver presentato ai villacidresi perchè tutti i precedenti programmi e “proposte” dei tuoi vent’anni di “esperienza” politico amministrativa, da te largamente vantata, hanno dimenticato i veri problemi della gente. Non sei credibile quando,per esempio, hai permesso che un “problema della gente” come il PUC di Villacidro svuotasse di valore anche economico,e ne impoverisse ulteriormente gli abitanti, stracciando la parte vecchia di Villacidro, le pendici del Carmine e di Monte Omo,i quartieri di via Garibaldi e Vittorio Emanuele II, la stessa via Roma e dintorni, abitati dalle vecchie famiglie villacidresi che hanno visto svanire quasi nel nulla le loro piccole vecchie case per avvantaggiare qualche più conveniente speculatore della parte bassa di Villacidro…
    Non sei credibile quando, per esempio, hai permesso che il “grande imprenditore” si appropriasse dell’Enolearia con soli trenta denari e a pagare sono stati quei 2/3000 piccoli olivicultori che hanno “dovuto” rinunciare ai loro sacrosanti 2/300 euro ciascuno, che nessuno ha mai loro rimborsato e di cui avevano bisogno almeno per pagare un’assistenza legale al momento della liquidazione dell’Enolearia. Ma l’Amministrazione di allora non ha nemmeno messo il naso nella questione per cercare di difendere “i problemi della gente”! Non sei credibile, Teresa Pani, ricca di tanta esperienza come amministratore di Villacidro, quando fai pavimentare l’intero centro storico di Villacidro con materiali evidentemente inadeguati e che da 5 anni continuano a costare ai villacidresi in forma di riparazioni perenni…e quando privi i cittadini villacidresi delle risorse come Magusu e Monti Mannu per farli gestire ad altri in cambio di due posti di lavoro per i tuoi “fedeli”. Non sei credibile, signor nuovo-vecchio sindaco quando lasci in mano a presunte cooperative agricole,che non li lavorano, centinaia di ettari di terreni comunali produttivi…Non sei credibile quando sostieni che come amministratore porti e fai portare a Villacidro decine di grandi finanziamenti che, sì, arrivano, ma non producono alcun beneficio per i “problemi della gente”. Il “vostro partito” ha vinto ancora una volta, Teresa Pani, ed è probabile che riesca a portare altre decine di finanziamenti di mamma Regione, che faranno la stessa fine dei precedenti. Non sei credibile, Teresa Pani, motore del “paese più ricco e bello della provincia del Medio Campidano”, e – contemporaneamente – con il più basso reddito pro capite dell’Italia intera (ISTAT) e con una perdita di abitanti percentualmente superiore a qualunque altro…
    I nostri concittadini villacidresi sono bravissimi frutticultori, tanto bravi che non riescono a scendere dal pero…per vedere più da vicino le meraviglie che il “vostro partito” di esperti amministratori ha compiuto in passato,ed è ansioso di riprendere il “lavoro interrotto”.
    “Sarò il sindaco di tutti” – hai coraggiosamente dichiarato appena rieletta, e mi rimane solo un dubbio: è un augurio o una minaccia?
    Saluti

  8. …e che si può fare? il popolo è sovrano, forse ammansito, amaliato, ricattato, minacciato, ma è esso che si è espresso a favore di teresa pani! con l’intervista rilasciata oggi, par di capire che con i colleghi di giunta che nominerà fra 15 giorni non intende confrontarsi proprio su nulla: le cose da fare le ha già dettate lei. e pare che voglia far ripartire villacidro nel solco poco fertile rammentato da aldocauli. penso che ne vedremo delle belle!

    • …o molto piu semplicemente il popolo ha deciso (suo malgrado..) che antonio silanos e co non erano una giusta alternativa, sia dal punto di vista morale che delle competenze! c’è poco da commentare quando una lista chiude con quasi il 50% di preferenze…

    • Personale ad Olivastro.
      Non dire mai “che cosa si può fare?”, Olivastro. C’è solo una cosa nella vita cui non c’è rimedio, ed è la fine della vita. Per tutte le altre cose, contro i fulmini, contro la grandine, contro le disgrazie e contro i falsi e i politicanti si può fare qualcosa. Sempre.
      Ciao

      • @aldocauli: …”e cosa si può fare” sottintende una presa d’atto che, seppur sgradevole, la devi metabolizzare. spero accada quel che auspichi e che l’opposizione faccia fino in fondo il suo dovere. ignazio fanni, da questo punto di vista, non ha mai tacciuto sul malgoverno e i danni causati a villacidro dagli indirizzi politici di teresa pani. ciao.

  9. Grazie a questi politicanti di mestiere Villacidro può vantare il triste primato di paese più povero d’italia (mentre la cricca di Siro Marroccu è sempre più ricca). A questo ha portato la politica mafiosa del voto di scambio. Paolo Borsellino un giorno disse: evitate le raccomandazioni per un posto di lavoro da chiunque ve la offrisse. So che la maggior parte delle persone accetterebbe una raccomandazione, ma vedete, è proprio questo sistema che ha creato questa situazione e che ha fatto nascere una nettissima disuguaglianza sociale. Il semplice gesto di rifiutare una raccomandazione può diventare una grande rivoluzione.

  10. Ragazzi secondo il mio parere la Pani ha vinto semplicemente perchè gli avversari si sono auto distrutti,appena vinte le elezioni tre anni fa già litigavano tra loro paralizzando il lavoro in giunta,come se non bastasse appena saputa la data delle elezioni si sono massacrati per un posto in prima fila cambiando candidati sindaco come si cambiano gli slip.!Normale che l’elettore non si fidi di questa gente..allora se si vuole veramente cambiare aria una volta per tutte si cominci a lavorare già da oggi facendo una buona e costruttiva opposizione , informando il cittadino di tutto quello che accade. e sopratutto si eliminino le mele marce e i vecchi volponi che lavorano dietro le quinte del centrodestra villacidrese..solo così tra 5 anni potremmo raccontare una storia diversa… perchè conti alla mano più della metà dei villacidresi non vuole la fam.Marroccu al potere.Allora ragazzi cominciamo già da oggi ad occuparci del bene comune perchè di persone oneste e competenti Villacidro ne ha più di quanto qualcuno possa credere! non aspettiamo il mese prima delle elezioni solo per creare ammucchiate elettorali per battere qualcuno!! lavorare lavorare lavorare

  11. Fin quando la maggioranza delle persone non avrà acquisito una forte consapevolezza dei propri diritti (come il diritto al lavoro) ci saranno sempre i servi dei politici. Di conseguenza il voto di scambio sarà l’unico mezzo di propaganda elettorale, condannando la vita di un gran numero di persone al servilismo più umiliante nei confronti di un padrone sempre più grezzo e arrogante.

  12. …la verità è che Anch’io per Villacidro ha passato il tempo a demolire Villacidro Futura, come inopportunamente ha dichiarato Silanos ne L’Unione Sarda, invece di concentrarsi su i suoi veri avversari…loro erano così convinti di avere i numeri che hanno fatto un errore veramente imperdonabile…e non possono neanche riversarlo su Villacidro Futura come avrebbero voluto fare….conigli!

  13. qualcuno inviti la signora teresa a venire a leggere da queste parti…democrazia partecipata???eccoti servita,vorrei proprio vedere come si destreggia……..anzi(sinistreggia)nell’arena del popolo.la cosa che invece mi dà da pensare è….. come qualcuno ha già detto; sembra che nessuno li abbia votati…….neanche un pò di orgoglio??? non potete ammettere il voto di favore/promessa??? ora ci si rende un pò conto che la torre di babele non può essere costruita??? o si ha paura di prendere una posizione anche in anonimato per non perdere credibilità in questo spazio???

  14. Scrive il cronista sulla Nuova Sardegna di oggi 18 maggio 2011:
    “Villacidro. Non porge evangelicamente l’altra guancia e si riprende il governo del Comune dopo tre anni di purgatorio all’opposizione, una autentica umiliazione dopo trent’anni ininterrotti di amministrazione del «paese d’ombre». Teresa Pani, 50 anni, piddì doc con esperienza amministrativa da vendere da consigliere comunale, assessore, vicesindaco e capogruppo consiliare (nonchè consorte del deputato e leader del Pd nel territorio Siro Marrocu), è il nuovo sindaco. Pardon, «sindachessa».”

    No, signor cronista, Villacidro non “torna ad essere una roccaforte del centrosinistra”, lei si sbaglia di grosso. La Villacidro che lei vede non è roccaforte di nulla e il centrosinistra che lei descrive non ha proprio nulla di sinistra o anche solo di rosso,inteso come colore di rivoluzione e progresso sociale. Quella parte politicante che ha vinto le “democratiche elezioni di Villacidro” non è affatto roccaforte della sinistra, ma solo la “sinistra roccaforte” di interessi lontani dai problemi della gente di Villacidro. E’ la sinistra roccaforte che “impone” le forche caudine della raccomandazione anche al disperato che il lavoro se lo trova da se e si sente dire dal “datore di lavoro”,che pure di lui ha bisogno, che prima “deve passare” in quel Palazzetto di Frontera, sennò “devo prendere altri”.
    E’ questa la Villacidro roccaforte del centrosinistra? O è la sinistra roccaforte di un sistema politico-mafioso a cui si deve sottomettere chiunque tenga famiglia o voglia farsela, una famiglia?
    Vede, signor cronista, il centrosinistra di Roma, grato per il prodigioso recupero del PD, avrà già inviato congratulazioni e ringraziamenti anche alla “roccaforte” di Villacidro. E i padroni della roccaforte forse già sbandierano le gradite missive dei loro padroni di Roma a suggello della sottomissione del
    “fedele” popolo di Sardegna, che Roma sfrutta, maltratta, sbefeggia e prende in giro!(Vinyl, pastori,Eurallumina, Ottana, Scaini, Tirrenia e un’infinità di altri casi!)
    Ma non è diverso il tono ed il sistema di altri partiti o liste che hanno concorso in questa campagna elettorale. Anche questi hanno la vocazione dell’accattapane (significa accattone, Sisinnio!), e pur riempiendosi la bocca di parole come libertà e democrazia impediscono di fatto che il popolo diventi “cittadino e sovrano” in casa propria e disponga di se stesso come il semplice diritto dell’uomo prescrive e vuole: Disporre di se stessi e delle proprie risorse personali e comunitarie,rispettando nel contempo il diritto del “vicino” a quelle stesse cose.
    Signor cronista della Nuova Sardegna, definire “roccaforte del centrosinistra” una cittadina di 14600 abitanti in cui “quel centrosinistra”, coi metodi del sistema sopra citato,ha ottenuto solo poco più di 4600 voti, significa dare una mano a quel sistema e a quel centrosinistra,significa condividerne modi e intenti. E significa ancora far propaganda in suo favore, umiliando, questo sì, ulteriormente quelle migliaia di cittadini che non accettano di chinare la testa e rinunciare alla propria dignità umana, sebbene anche loro “tengano famiglia”.
    Buona giornata, signor cronista, so che anche la sua penna ha un prezzo…

    • ALDOCAULI scusa una popolazione di 14600 abitanti??? ma a VILLACIDRO possono votare anche i bambini????? non lo sapevo, con tutti i tuoi bei discorsi dopo la bella batosta ricevuta lasciano il tempo che trovano , ma credi davvero che la stragrande maggioranza dei votanti VILLACIDRESI siano stati ingenui nel scegliere a sindaco TERESA PANI e il CENTROSINISTRA per VILLACIDRO solo in base a tutte le idiozie da te scritte sino ad adesso ??????????? queste idiozie accompagnate dalla incapacità di governare quando vi hanno dato la possibilità vi hanno fatto perdere le elezioni , meno male che sia andata cosi altrimenti poveri noi e tutto VILLACIDRO. coraggio fatti un attento esame di coscienza e riconosci che la mggioranza dei VILLACIDRESI democraticamente a scelto la miglior soluzione al momento presentabile per il bene di VILLACIDRO e tutti i VILLACIDRESI, ti faccio anche sapere a te e chi è curioso di sapere chi ha votato TERESA PANI che io con ORGOGLIO e con piacere sono 1 di quei 4600. ciao MARCELLO

      • Caro sconosciuto Marcello Muscas, prima di ogni risposta, anche in questo sito, bisogna leggere. Per leggere,e per mettere a fuoco lo scritto, alla mia età io metto gli occhiali, e, se capisco quel che leggo e intendo rispondere, rileggo anche tre volte lo scritto cui voglio rispondere. Dunque anche ora, per rispondere alla tua osservazione ho messo gli occhiali e ho letto tre volte quel che mi scrivi.
        La mia risposta è: io metto gli occhiali, ma tu togliti i salami dagli occhi. Si vede meglio!
        Ciao, Marcello Muscas.

      • oh!!!!………finalmente una persona con cui comunciare il discorso!!!faccio una piccola premessa prima…..ho letto il tuo commento sull’incidente marcello e da lì si capisce quanto di razionale c’è nei tuoi discorsi….niente rotonda;preciso che non sono di destra. come ben saprai le pratiche burocratiche per farla sono parecchie e con tempi lunghi,e non è sportivo criticare una giunta uscente che poco ha potuto vista anche la prematura morte del dottor fanni buonanima.ma dimmi un pò sei tu quel ragazzo che si ostina a passare sopra quella rotonda appena finita all’altezza della chiesa di sant’ignazio???rotonda eseguita dalla giunta uscente…..o fai finta di non vederla???……ma torniamo a noi,il messaggio mio sembra abbia sortito i giusti effetti……un piccolo scatto d’orgoglio……non anonimo per giunta!mi aspettavo qualcuno di un rango superiore,ma vai benissimo tu per cominciare il discorso.cercherò di stare attento alle mie parole visto che si può essere accusati di diffamazioni e altre cose……marcello muscas……..chi è costui???visto che tu stesso hai dato dei dati in pasto al popolo internet per ora non corro rischi.marcello gioca a pallone nel villacidro…….da qui si capisce il motivo che lo ha spinto a votare teresa…..la vua vicinanza alla cerchia(la prendo alla lontana)del signor piga è palese e nonostante il programma non preveda degli interventi diretti al mondo del calcio,la presenza del signor piga fà pensare esattamente il contrario……..o gli hai votati per la parete d’arrampicata???no,magari perchè hanno preso in considerazione l’università della terza età.o per la riconsiderazione degli oneri d’affitto dei terreni comunali???ok per ora basta così…….ma se ti và avrei parecchie cose da esporti…….con la speranza che qualcun altro che ha ben presente il proprio disegno si faccia avanti,visto che tu ne conosci solo un piccolissimo abbozzo.

        • @amareggiato…. Carissimo amico, tu probabilmente nn mi conosci, e io fortunatamente nn conosco te.. inizio con una frase presa dal tuo commento: (cercherò di stare attento alle mie parole visto che si può essere accusati di diffamazioni e altre cose) credo nn abbia bisogno di commenti!!!! vorrei sapere prima di tutto una cosa, come si fà a passare sopra le rotonde in costruzione?? da quel che dici, sono un vero esperto!!! mhà, facciamo finta di nulla…. Io penso che prima di scrivere certe cose ci si debba informare un pochino, almeno un minimo!! Mi fà piacere che tu sappia tutte queste cose su di me, ti stringerei la mano.. peccato che il 99,9% di quello che scrivi su di me è FALSO!! e se proprio vuoi chiarimenti da me, sarei felice di darteli di persona, nn pubblicamente…. ciao S.

          • ok………potresti anche non essere lo stesso marcello…….e anche se io ci credo poco,non ho comunque diffamato nessuno se è questo quello che intendi,visto che non ho detto nulla di particolare;comunque….la battuta sulla rotonda era ironica se non l’avessi capito,ciò non toglie che quella rotonda è costruita ed è fatta dalla giunta uscente.ok,mettiamo il caso che per omonimia io ti abbia confuso con un’altro…..e per questo mi scuso,ma perchè non siamo andati avanti……potevi dirmi ciò che ti ha spinto a votare loro per esempio.ti faccio alcune domande se mi permetti,visto che io conosco poche cose,magari tu sei più informato di me.conosci un certo loi che lavora alla raccolta differenziata???è per caso parente del signor siro marroccu???ah……….conosci per caso un certo signor muscas,che lavora alla raccolta differenziata???è per caso parente dello stesso signor siro???conosci la cooperativa che lavora alla locanda di monti mannu???sono per caso parenti del signor siro marroccu???…….chiedo è!!!non asserisco nulla,magari tu ne sai qualcosa.

        • @ AMAREGGIATO sono il muscas marcello che cerchi , non gioco a calcio nel villacidro , sono un tifoso della VILLACIDRESE, capisco il tuo stato d’animo sei ammaregiato di nome è di fatto, dici di non essere di destra , non voglio crederti in quelli che si definiscono di SINISTRA ma con idee e programmi di destra , per causa di lavoro il giro della rotonda da te mensionata la faccio almeno 2 volte al giorno, non mi risulta che sia opera svilupata da questa amministrazione,mi devi scusare ma da cittadino di VILLACIDRO 1 di quei 4600 che hanno avuto e creduto da sempre che l’ammucchiata di NOI LO FAREMMO di 3 anni fà non era altro che slogan , riproposto quest’anno come ANCHIO PER VILLACIDRO tutti personaggi della politica incapace d’amministrare. devi ritenerti orgoglioso che VILLACIDRO con la stravincente elezione a sindaco di TERESA PANI e il CENTROSINISTRA per VILLACIDRO può essere di nuovo la cittadina più importante e prolifica de MEDIO CAMPIDANO , dai non essere più AMMAREGIATO , inizia un’altra nuova amministrazione capace e competente che saprà dare a VILLACIDRO l’imput giusto per il cambiamento e lo sviluppo che da 3 anni e fermo all semaforo il verde in 3 anni è rimasto spento per INCAPACITà TOTALE gli elettori VILLACIDRESI si sono accorti e dalle urne si son visti i risultati. tutto il resto sono chiacchere prive di fondamento di chi politicamente non acceta la sconfitta ciao tanti saluti MUSCAS MARCELLO .

          • mi fà piacere vedere una sua risposta,la ringrazio. non so…….io mi ritengo di sinistra,ma le vicende degli anni passati mi fanno ipotizzare in un gruppo che ha poco dei valori di sinistra;che dovrebbero essere formati in primis da una condivisione delle risorse;a lei risulta che queste risorse siano andate distribuite equamente nel passato?villacidro è stata per parecchio tempo monopolio della sinistra ma i vantaggi li hanno visti in pochi eletti.lei pensa che non ci sia stato nè ci sarà del clientelismo nella conduzione?non trova che il programma presentato in comune sia talmente variegato da far credere in un tentativo di proporre un contentino per tutti?non crede che la soluzione del “lavoro rionale” porti dei piccoli benefici solo a quei posti che hanno qualcosa da accudire senza tener conto dei vari periodi di disoccupazione che afliggono un pò tutte le zone?

  15. Egr. Aldo Cauli, lei come al solito è molto perspicace e capace di osservazioni molto profonde, ma mi spiace dirgli che questa volta si sbaglia: molta gente non ha il salame negli occhi, ma l’intero maiale.
    Pani e la sua lista hanno usato la ricetta più vecchia del mondo, forse anche più vecchia del cucco: annullare i ricordi del passato ed il presente in cambio di un futuro roseo che non arriverà mai. Un esempio che vale per tutti: in un “breviario” delle precedenti campagne elettorali, senza giri di parole, si dice che l’ippodromo avrebbe assicurato 120 posti di lavoro e tante altre belle cose. Ora la cosa si ripete e, a distanza di anni, si prospetta (sempre nel futuro) che sarà il volano per lo sviluppo di Villacidro. Marx diceva che la religione è l’oppio dei popoli, ma il suo ragionamento era monco, perché non considerava che, il suo ragionamento, andava applicato a chiunque offra speranze di una vita migliore a buon mercato.

  16. Signor Corsivo,
    accetto il suo Egr.(Egregio) solo per il suo significato letterale “fuori dal gregge”. La perspicacia o le osservazioni profonde in realtà non sono alla mia portata e quel che scrivo il più delle volte non sono altro che le cose che sento tutti i giorni dalla gente di Villacidro. E cerco di scrivere solamente le cose meno rischiose per salvaguardarmi dalle citazioni in tribunale, che , è noto a tutti, ti possono giudicare innocente, ma lo fanno dopo averti scorticato vivo e avvelenato l’esistenza. Avendone già alcune in corso, da parte di quella “famiglia” e per le stesse cose che i Villacidresi denunciano quotidianamente, prima e dopo aver votato proprio loro, mi limito fortemente nella “denuncia” del malaffare e dell’inganno, e ciò mi fa commettere errori anche gravi: errori di omissione.
    Quanto all’ippodromo, io ho già fatto alcuni anni fà il mio esposto alla Procura, lamentando il rimbombo assordante degli zoccoli dei cavalli al passo, al trotto, al galoppo che disturbano la quiete pubblica del Paese d’Ombre…

    • Non è mica poco riuscire a cogliere cosa dice la gente tutti i giorni, pensi che un gran numero di politici non ascolta nemmeno (specialmente se non è un suo elettore)e quando lo fa capisce male o se ne infischia. Comunque ci tengo a comunicargli che sono maturi i tempi per rinnovare in anticipo il suo esposto alla Procura, così, oltre ai fastidiosi rumori, che diverranno sempre più intensi, si potrà evitare che qualche cavallo scappi dal recinto per andare a vedere il famoso film “l’uomo che parlava ai cav i lli”.

  17. Questa è la democrazia, signori miei. Non si può dire che se il popolo vota quello che mi piace, allora il popolo è sovrano, invece se il popolo vota chi non mi piace allora ha le fatte di salame sugli occhi.

    La domanda da porsi sarebbe se la democrazia è effettivamente tale, se gli elettori hanno consapevolezza di quel che fanno nel momento in cui votano, se il voto può essere codnizionato da mille fattori che non hanno nulla a che vedere con questa presunta demcorazia, se il popolo vota una volta l’uno e una volta l’altro per semplice disperazione politica, ecc.

    Villacidro non è sulla Luna, quello che capita qui è più o meno identico a quello che capita in tutto il mondo pseudo-democratico. Ovunque, nel mondo, dove si crea un sistema di potere nasce clientelismo, corruzione, ingistizia, diseguaglianze sociali, ecc. Non è questione di partiti o uomini politici, ma è questione che la politica è uno strumento che produce determinate storture e che queste storture non possono essere raddrizzate cambiando di volta in volta il voto. Si possono cambiare solo ed esclusivamente se ci si comincia a porre delle serie domande sul sistema politico-economico in cui viviamo.

    Villacidro non è sulla Luna, è bene ripetere..ciò che accade qui non nasce e muore in piazza Frontera. Bisogna cominciare a metterselo in testa.

  18. @amareggiato. Ti ripeto, stai sbagliando persona… non conosco neassuna di quelle persone che mi hai citato!! certe domande dovresti farle a qualcuno più competente di me, dato che io in questo campo non lo sono affatto!! il numero 9 è messo appunto per differenzziarmi dal mio amonimo, che se proprio vuoi sapere ha giusto qualche anni in più di me… ho risposto al tuo commento solo per farti capire che io non sono il marcello muscas che pensi… basta, nn mi và di continuare questo discorso ciao

  19. ………ho capito ora,hai ragione…….mi scuso,il messaggio era indirizzato all’altro marcello,e l’unica parte che ti riguardava era quella sul voto……avendoti scambiato per l’altra persona,scusami nuovamente.

    • ge sesi affrori—— almeno prima di commentare idiozie e stupidagini e sbagliare persone, potresti molto semplicemente guardare su facebook in faccia le persone che democraticamente hanno il coraggio di non nascondersi,con le proprie idee e opinioni condivisibili o no, prova a vedere chi sono , se ti presenti su questo blog con nome e cognome reali senza nascoderti dietro strani nomignoli forse potresti essere una persona più credibile , non aver paura anche se ci sono tanti sostenitori ancora, il FASCISMO è stato fatto fuori da nostri PADRI e NONNI tanti anni fà , siamo ancora in un paese democratico dove ognuno di noi è libero d’esprimere le proprie idee giuste o sbagliate che siano. saluti MARCELLO

      • ha cambiato umore signor muscas???io uso un nomignolo per il semplice fatto che conosco e riconosco il potere del gruppo da lei votato e mi tengo a debita distanza da possibili rogne che potrebbero darmi nel mondo lavorativo…….ho visto chi è,e le sue amicizie la dicono lunga sul perchè lei abbia votato quel gruppo…….mi piaceva la sua risposta di prima,ma mi pare che il suo carattere sia piuttosto volubile,ho confuso le persone ed ho chiesto scusa per questo,ma il cambio di persona rafforza ed evidenzia ancora di più i motivi che l’hanno spinta a votare la signora teresa.cordiali saluti.

  20. Elezioni a Villacidro.
    Innanzitutto vorrei insinuare qualche dubbio a riguardo dei trionfalismi a cui sembra lasciarsi andare la nuova amministrazione, perché questa vittoria è stata possibile unicamente in conseguenza di una carenza di democrazia nella legge elettorale, infatti, non avendo raggiunto il 50% più un elettore, a rigor di logica si sarebbe dovuto ricorrere al ballottaggio e in una simile eventualità nulla poteva darsi per scontato. La situazione reale di Villacidro, a quanto mi è dato di capire, non può essere compresa meglio che da un non residente, libero da condizionamenti e da slanci affettivi che possono condizionarne l’obiettività. Non me ne vogliate, ma sono convinto che l’umiltà paghi più dell’arroganza e in conseguenza di ciò, riterrei più opportuno ridimensionare la velleità di chi si ostina a chiamare città, quello che alla maggioranza dei forestieri appare un paesone disordinato, senza alcun senso logico, o progetto per la sua fruizione. È evidente, comunque, che il degrado del paese non può essere imputato a un’amministrazione di due o tre anni, anche se sono convinto che in questo periodo non è stato fatto nemmeno l’indispensabile, nemmeno ciò che non sarebbe costato nulla, o quasi, come ad esempio una rotonda all’incrocio tra via parrocchia e via Giovanni ventitreesimo. La parte alta del paese è un cumulo di macerie o di case fatiscenti nelle quali i residenti si adattano a vivere per mancanza di alternative. La zona bassa appare subito come una periferia degradata e priva di ogni servizio. All’occhio del visitatore non sfugge che chi ha amministrato in tutti questi anni lo ha fatto senza un progetto, rincorrendo le emergenze del momento senza risolvere nulla, sia dal punto di vista viario che delle infrastrutture o dei servizi; nemmeno nei paesi più piccoli, infatti, ho potuto riscontrare una negligenza e un disinteressamento evidenti come a Villacidro. Pali dell’E.N.E.L. che sbarrano cancelli, linee elettriche volanti, assenza di marciapiedi che possano definirsi tali, impossibilità di muoversi a piedi senza doversi impegnare in veri e propri slalom per evitare le macchine, sull’altare delle quali viene sacrificata ogni vivibilità. Che il paese sia in agonia non è occultabile. Se si escludono gli orari in cui le massaie vanno a fare la spesa, ad ogni ora del giorno e della notte appare deserto di persone; le macchine sembrano la ragione che muove ogni co

    COMMENTO TROPPO LUNGO

    • Vedi, Visitatore,
      in altra parte di questo sito ho sottolineato, da cittadino villacidrese rientrato dopo 50 anni da emigrato,il disastro urbanistico,sociale ed economico,che tu hai rilevato da semplice visitatore. Il problema dei villacidresi del centrosinistra che per oltre trent’anni hanno gestito indisturbati il Comune rendendolo un disastro forse irreparabile, hanno un dizionario del tutto differente rispetto al normale. Essi vedono Villacidro come il gioiello del Campidano. E quel dizionario,come nella biblica Babele, rende inpossibile la comunicazione tra quel cosidetto centrosinistra e tutte le altri componenti cittadine.
      Tu scrivi “Che il paese sia in agonia non è occultabile”, e “loro” semplicemente non se ne rendono conto e al contrario se ne fanno un vanto. Pensa, le due/tre cose cittadine che Villacidro offre al visitatore esterno, il Lavatoio, San Sisinnio, una o due belle case “aristocratiche” del centro, sono opere costruite 100/120 anni fa o preesistenti da secoli. E se “loro” vi hanno messo le mani sopra, “per ristrutturale” come hanno sostenuto, sono riusciti a farne scempio (vedi il Lavatoio).Perfino l’ambiente naturale intorno,la corona di monti,i boschi,le pinete,sotto il loro “controllo” (o intervento), è degradato a scheletrica arida steppa.Ma “loro” ed i loro “tifosi” cittadini, sono convinti di aver realizzato l’ottava meraviglia del mondo.Se tenti di aprire loro gli occhi sei considerato nemico.Se cerchi di dare un aiuto ti trattano da giullare.Se osi avanzare proposte per possibili miglioramenti,ti definiscono “visionario”.Se provi a partecipare con passione diventi un “mentecatto”…e se insisti,ti giunge una minaccia:la prima volta sei emigrato,andando via da solo,”la seconda ti cacceremo noi a pedate in culo”. QUESTO è IL pAESE D’oMBRE, visitatore forestiero. Tu, vista Villacidro, ti rammarichi per un paese che potrebbe essere bello e vivibile e non lo è, ma poi torni a casa tua e ti consoli. Io questo Paese d’Ombre lo amo…nonostante gli scempi che subisce o forse ancor più, per quegli stessi scempi subiti,come quel terremotato che preferisce ritornare a vivere a casa sua,semidistrutta, ma casa sua.
      Ciao, Visitatore.

      • ALDO con tanto di rispetto perchè a come scrivi dovresti essere una persona più grande di me. però scrivere a tuo modo che VILLACIDRO è rimasto fermo a 50 anni fà mi sembra un pò esagerato , io che ho meno di 50 anni vedo tanti cambiamenti ,forse perchè sono sempre stato a VILLACIDRO . poi non so se tu in questi 50 anni d’assenza dal nostro paese hai vissuto nel paese delle meraviglie buon per tè , porta la ricetta dei tuoi punti di vita vissuta fuori all’attenzione dell’amministrazione VILLACIDRESE e vedi cosa si può fare ,considerando che ci troviamo in ITALIA e a livello regionale in SARDEGNA, di conseguenza poche possibilità di meravigliosi cambiamenti considerando e girando per la SARDEGNA e l’ITALIA che ci sono realtà molto peggio delle nostre, certo questo non ci deve consolare ma vedrai che a piccoli passi si riuscirà a riportare anche VILLACIDRO, la SARDEGNA e l’ITALIA intera nella giusta direzione . ciao tanti saluti MARCELLO

        • Marcello Muscas,
          ho apprezzato lo scritto indirizzatomi, e credo che sia sincero.
          Credo anche che ci siano a Villacidro molti altri che in buona fede credono al centrosinistra villacidrese, e quindi lo votano per la gestione dell’amministrazione comunale. Se così è, fanno bene, anzi molto bene. E’ giusto sostenere i propri rappresentanti e dare loro ogni aiuto possibile. Ma io non sono per nulla convinto che le amministrazioni Danza/Marroccu/Pani/Sedda e altre che le hanno precedute negli ultimi 30 anni abbiano agito per il bene dei cittadini di Villacidro, a cominciare proprio dalle scelte del Piano Urbanistico Comunale (PUC) e da alcuni altri punti che ho indicato nei post precedenti.
          Tu sei vissuto sempre a Villacidro? Sei fortunato. E’ davvero un posto bellissimo per viverci, se hai i mezzi per farlo (lavoro soprattutto).
          A qualcuno,a molti,a moltissimi in rapporto alle risorse/potenzialità di Villacidro – cioè quelle cose che dovrebbero essere gestite dall’Amminis-trazione Comunale e/o Provinciale/Regionale – quei mezzi (almeno il lavoro) mancano. Allora Villacidro non è più bellissimo, è solo il posto in cui sono nati e in cui sono costretti non a vivere, ma a vegetare. Tutto qui.
          Ed è tutta qui la ragione delle mie osservazioni al cosidetto centrosinistra di Villacidro.
          Ciao

          • Aldo C. Paziente adulto, presenta foruncoli nella parte destra e invece nella parte sinistra presenta eritema da elezioni, si consiglia un ‘infuso di Marrocu terapia e magari una sniffata a base di Teresa due volte al giorno. Se non dovesse bastare è possibile acquistare nervi di cavallo, si consiglia prudenza in quanto bisogna stare attenti a non superare la dose che potrebbe provocare dipendenza.

          • Egregio Sig. Cauli,
            ci spieghi perchè invece di vomitare infamie e contumelie nei confronti del centrosinistra non ha colto la straordinaria occasione di metterci la faccia in una qualsiasi lista e dimostrarci tutto il Suo valore chiedendo agli elettori il consenso alle Sue proposte?
            Abbiamo l’impressione che Lei vada a “naso”,come quelli disastrati e disastrosi che vorrebbe rappresentare. Io non ho timore a farmi amministrare dall’On. Marrocu ma se al suo posto fosse stato eletto l’On. Piras avrei messo al sicuro i miei risparmi.

          • Egregio signor Cauli
            Se non erro Lei, così come il Signor Sedda, era uno degli sponsor attivi della lista del Compianto Ignazio Fanni, spesso e volentieri Lei era nell’Ufficio del Sindaco che stranamente parlava di certe problematiche con i dipendenti in sua presenza e Lei si sentiva anche in diritto di dire la sua nonstante non fosse ne membro della Giunta ne del Consiglio, poi quando Dott. Fanni si è accorto della sua troppa intromittenza pian pianino lo ha allontanato. e Lei si è sentito tradito. Lei ha tante idee ma le idee si sviluppano con progetti e a lei piace stare sempre in ultima fila non le piace mettere in ballo il suo nome. criticare è diventato il suo sport. continui ad allenarsi ma deve diminuire di peso l’aria di Seddanus potrebbe giovarla.

    • Lei, con il Suo commento, non fa altro che rafforzare il convincimento che la Lista “Anch’io per Villacidro” non fosse altro che un’adunata di masnadieri.
      Un’adunata nata morta perchè neanche nell’Africa più nera si mette in piedi una lista per far dispetto ad una persona.
      Ed i Villacidresi questo lo hanno capito.

          • Spiacente ognocha,
            il signor aldo cauli, a differenza del signor centrosinistra villacidrese, e naturalmente dell’anonimo signor ognocha, NON HA nè titoli nè benemerenze e non pretende di dare insegnamenti di coerenza a nessuno.
            Il signor aldo cauli ha un solo titolo…e un dubbio.
            Il titolo è quello di cittadino, e nessun anonimo ognocha e nessun “presunto centrosinistra” villacidrese può scalfire;
            Il dubbio è che sia l’anonimo signor ognocha che il “presunto centrosinistra” villacidrese sappiano di che cosa si tratta.

  21. Ho letto le prime dichiarazioni e devo confessare che ingenuamente speravo che le cose sarebbero cambiate!!!
    Vedo di nuovo la squallida prostituzione al signor Disario.
    Squallido!
    Per il signor Disario e per chi si prostituisce a lui.
    Che vergogna…

    • JoSpa, e quale sarebbe la Sua alternativa? Forse quella di destra dell’On. Piras? La loro gestione è stata la patacca più sfacciata e ignobile che sia stata propinata a Villacidro e dintorni. Meritiamo di più. Ecco perchè la destra dell’On. Piras, per rifarla, bisognerebbe prima disfarla, ed a Villacidro non vediamo chi possa porre mano a una simile impresa.

    • Scadenza: ore 13,00 del 20.07.2011

      Oggetto: Progettazione e realizzazione dell’intervento denominato “2° lotto – ippodromo comunale di Villacidro 2° stralcio esecutivo: svincolo e adeguamento prescrizioni U.N.I.R.E.”.

      Finanziamento: Fondi R.A.S.

      Documenti e Notizie: OFFERTA. E’ richiesta la categoria OG3 e l’attestazione SOA o ARA. Lavorazioni di cui si compone l’intervento: OG3 per Euro 384.500,00; OS30 per Euro 151.000,00; OS24 per Euro 238.500,00; OG1 per Euro 198.000,00; OS6 per Euro 180.000,00. Procedura aperta da esperirsi il giorno 26.07.2011 alle ore 10,00 con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Il bando di gara integrale è disponibile sul ns. sito INTERNET, mentre il computo metrico verrà pubblicato sul prossimo numero.

  22. Contina
    -cosa ed ogni interesse. Ebbene; considerato che al primo posto vengono le automobili, almeno si fosse scavata una galleria che dalla piazza, nel punto in cui è situata l’edicola ai piedi del muraglione del municipio, desse sbocco fin fuori dal paese al flusso continuo che ostacola la fruizione umana della vivibilità; no, si è fatto di tutto per creare un labirinto di strettoie per impastoiarla ancora di più. Dalle città ai paesi più miserandi, tutti cercano di individuare una zona nella quale consentire agli umani uno spazio pedonale dove recarsi magari a fare gli acquisti, favorendo una concentrazione di punti vendita e di attrattive che nel caso in questione avrebbero potuto rendere fruibile il centro, evitando che divenisse un paese dormitorio; in mancanza di ciò, le poche attività superstiti hanno preferito spostarsi verso il centro commerciale, precludendo in questo modo le embrionali vocazioni al turismo. La multisala; ammesso che ci sia veramente qualche masochista che voglia ferirsi a morte, considerato il bacino d’utenza insufficiente a tenere aperta anche una sola sala, non favorirebbe certo la vitalità del centro abitato, desertificato delle persone e dalle occasioni di socializzazione. La nuova amministrazione, ben lungi dal fare tesoro dalle esperienze passate, per buttare fumo negli occhi agli elettori e dar loro un’impressione di operosità, anziché occuparsi dei veri problemi del paese, come ad esempio la raccolta della nettezza urbana in modo sensato, senza cioè, costringere le persone a sistemare l’umido in freezer dal venerdì fino al lunedì, o la gestione dell’acqua, consentendo ampi risparmi ai soggetti più poveri d’Italia, sembra orientata a ripetersi nella costruzione di cattedrali nel deserto, come il mercato ortofrutticolo mai aperto, e l’ippodromo, che anche nella migliore delle ipotesi, senza un riassetto viario radicale non avrebbe opportunità di sviluppo. Concludendo; il provincialismo dei villacidresi sembrerebbe all’origine della loro condanna, e su questa pecca hanno costruito le proprie fortune politiche i padri protettori, dando loro la sensazione che le azioni eclatanti portino benessere, quasi che avere una squadra di calcio come la villacidrese sulla groppa potesse sovvertire le sorti del paese. Questa voglia di apparire ha fatto dimenticare agli elettori persino l’antenna piazzata sulle loro abitazioni e le possibili cause di malanni che potrebbe provocare, ma il fine giustifica i mezzi, che importa se qualcuno si ammala di leucemia? Mica avviene da un giorno all’altro … e anche se ciò dovesse accadere non ci sarà mai prova provata.
    Mi dispiace dirlo, ma non credo che sia questa l’amministrazione che risolve i problemi del paese, anche se in cuor mio spero tanto di sbagliare.

    • hai ragione visitatore Villacidro sembra un paese dove è appena finita la guerra.
      Di cosa effettivamente non funzioni pero’ puo’accorgersi soltanto chi ha visto altre realtà e cosi’ fare il confronto.
      La speranza è nelle mani dei giovani che hanno avuto possibilita’ di spostarsi almeno per un periodo perchè essendo residenti nel luogo non saranno considerati ne invasori ne nemici da combattere.
      Sara’ un processo molto lungo perchè come si sa il bigotismo,inteso come chiusura mentale, è una bestia dura da combattere.
      Tornando in Sardegna sembra di tornare indietro di 100 anni ma solo in pochi si accorgono.
      Auguri ai giovani che ci stanno provando,abbiate pazienza un giorno i vostri sacrifici saranno ripagati.

      • Scusa aritapi, ma in quale paese sei mai stato e quali realtà hai visto? Per poter dare giudizi su Villacidro ed indicazioni ai Villacidresi bisogna avere una sana prospettiva a 360°.Noi sappiamo di parlare a tutti coloro che rifiutano gli opposti estremismi, che amano il discorso pacato, il ragionamento, il rigore.

        • il primo pezzo della tua risposta mi è piaciuta moltissimo,rispecchia molto il mio pensiero.
          La seconsda sinceramente non la capisco,non capisco chi sono questi noi e che parte hai tu in questi noi dove assumi poi il ruolo di prima persona.
          Ne converrai vista la tua risposta che bisogna avere una visione molto ampia e che il miglioramento si puo’ avere solo con la conoscenza.
          invece di restare abbarricati nelle proprie convinzioni non credi che sarebbe meglio confrontarsi con il resto del mondo,perchè nel mondo siamo e trarre da ognuno il meglio senza escludere nessuno?
          Si è convinti sempre di fare il meglio ma forse si potrebbe fare di piu’.

          • Il “noi” al quale mi riferisco è quella della mia generazione che ha lottato per un sogno. Se apro gli occhi e guardo il liberismo sfrenato,anarcoide,affaristico e sregolato che ha preso piede oggi in Italia, il “nostro” sogno (credo di capire quindi anche il Suo) cosa ha a che fare con tutto questo?

  23. Auguriamo al sindaco Pani,di fare un’attenta valutazione prima di assegnare gli assessorati.Mi auguro che quello all’agricoltura non venga assegnato al sig.Murgia.Ci serve una persona piu’ attiva e competente.Una di queste potrebbe essere Piga,che in passate amministrazioni ha ricoperto questo ruolo in modo soddisfacente.Attenzione e’ molto importante,a prescindere da quelli che sono stati gli accordi prima delle candidature

    • ancora nessuno mi ha detto cosa ha fatto il signor Piga durante il suo incarico come assessore all’agricoltura!Vorrei davvero saperlo e la mia non è ironia! Tutti lo vantano ma non riescono a dirmi un merito…come si spiega?

      • Carissima quando il Signor Piga ha ricoperto il ruolo di Assessore all’Agricoltura son state fatte tante cose: 1) riadattamenti delle strade vicinali; 2) Eliminazione tramite intervento regionale degli insetti che stavano pregiudicando i lecci di Villascema; 3) Presentazione del progetto di recupero del bosco di Villascema e ripristino de su mori de is crabaxiusu e tanto altro.
        l’unico problema è che nel 2007 è avvenuto l’incendio che ha tenuto in apprensione molti villacidresi ma di certo questo non è avvenuto per colpa dell’Assesore Piga, perchè incendi ne sono avvenuti anche quando la carica di Assessore la ricopriva Dario Piras e di certo tali fatti criminosi non possono essere imputati agli Assessori, ma alla malvagità di certi Villacidresi che pur sapendo mai hanno fatto i nomi degli artefici, a Villacidro c’è gente che sa e non parla….. che debito con la propria coscienza

  24. Il problema degli assessorati non riguarderà solo quello dell’agricoltura. Vogliamo chiederci chi ha competenze specifiche per ogni assessorato tra i consiglieri eletti e più votati? Proviamo a fare un toto-assessori e vedrete che comunque il quadro che ne verrà fuori non sarà entusiasmante!

    • Raccolgo la sfida e voglio inaugurare il toto assessori :

      -Assessore ai Servizi Socio Assistenziali e Politiche Giovanili :Casu Alessandra

      -Assessore all’Urbanistica e al Verde pubblico : Sollai Federico(Può coordinare impegni lavorativi con l’assessorato?)/Adriano Muscas

      -Assessore allo Sport e Spettacolo : Luca Garau(Rifondazione C. non ha preso tanti voti, potrebbe rinunciarci)/Meloni Antonio

      -Assessore al Commercio, Artigianato, Attività produttive e Turismo:Seggio che avrebbe potuto rivendicare Salvatore Mascia, ma visti i pochi voti se la giocano : Balloi Cristian/Cuccui Michele(Ha già il seggio in provincia, ma potrebbe far valere il suo peso in voti)

      -Assessore all’Agricoltura e Ambiente:Murgia Carlo (L’assessorato deve prenderlo per forza l’UDC, e visto che il Murgia è un agricoltore, prenderà proprio quello)

      -Assessore al Bilancio e Programmazione e ai Lavori Pubblici: Antonio Erbì/Cuccui Michele-

    • Cara Cris non hai osservato bene!!! in tutte le liste ci sono persone capaci di rivestire certe cariche,caso strano non sarà la capacità di queste ad avere la meglio,ma solo i voti che sono riusciti a pescare!La meritocrazia anche qui non ha voce in capitolo!

      • Non si può mettere meritocrazia e politica assieme..
        Il principio stesso che ognuno può scegliere chi vuole, sempre che rientri in determinati criteri (18 anni compiuti e cittadinanza)
        Se dovessi escludere chiunque non abbia capacità specifiche, beh, ne resterebbero veramente pochi.

          • Appunto,come light afferma non ci si può aspettare professionalità da nessuna parte,tanto meno in politica…siamo certo messi bene,molto bene direi!!!Per il dott. tromba,c’era un altro noto ziliani che dava i voti,tu prescrivi placebi…forse è il caso che iniziate a fare dei discorsi seri a cui poter rispondere!

          • Mi stai dicendo che è normale quindi abituarsi all’idea che politica e professionalità seguano due vie diverse?? io spero che tu sia uno dei pochi che si è rassegnato a questo,e spero che i miei concittadini,anzi tutti i cittadini del mondo,inizino a ribellarsi a questo torpore e a questa rassegnazione!Ma stiamo scherzando??Governati eternamente da incompetenti??allora sono per la rivoluzione!!

          • Non ho detto che è normale stefania.
            Ho detto solamente che non è possibile.
            Fin quando esisteranno persone che votano incompetenti, non ci libereremo mai di loro.
            Infatti, io non mi sono mai rassegnato, anzi, per me chiunque abbia competenze e meriti, anche senza titoli di studio, dev’essere utilizzato per un miglior sviluppo.

          • @Stefania: la politica, nel senso comune che le si attribuisce, è irrazionale, quindi non si tratta di aggiustare la mira quando si vota ma semplicemente capire che quel voto serve a poco. Non crederai che la politica possa diventare razionale semplicemente votando bene?

          • L’irrazionalità sta nel poter RISOLVERE la contraddizione tra bene comune (a cui dovrebeb ambire) e potere. Anche ammettendo che il governo\amministrazione ambisca effettivamente al bene comune deve avere a che fare con la gestione del potere, che è incompatiible con il bene comune. Perchè?Perchè per fare il bene devo comandare e per comandare devo gestire bene il potere. La gestione del potere (distribuzione delle poltrone, gestione di affari, tessere rapporti con altri poteri, ecc.) consta di atti che non hanno a che vedere con il bene comune. Per questo la politica è irrazionale, perchè non risolve la sua contraddizione interna.

          • @Gilanico
            La politica è imperfetta, perchè anche l’uomo è imperfetto.
            Se fosse perfetto, non ci sarebbero interessi e persone che cercano solamente di ricavare un benessere personale per loro/per la loro ristretta cerchia.
            Una piccola contraddizione : Se a gestire l’agricoltura, viene messo un’esperto agricoltore, che conosce a fondo tutte le problematiche di questo settore, favorisci il bene comune.Se invece ci metti una persona che non sa nemmeno cosa voglia dire il termine agricoltura (o una persona che nella vita si occupa di altro) è chiaro che non fai il bene della cosa comune, perchè potresti destinare una persona più competente a ricoprire quel ruolo :
            Maggiore competenza = Maggiori risultati.
            E siccome stiamo parlando di soldi pubblici, questo è importante.

          • Il fatto è che secondo me non è ne necessario ne sufficiente conoscere le regole amministrative come prerequisito, in quanto queste si possono studiare man mano all’occorrenza, come si fa per tutte le cose: le persone onniscienti non esistono. Mentre un prerequisito necessario dovrebbe essere la capacità di pensiero autonomo.

        • Dopo aver letto i vostri interventi, io proporrei alle prossime elezioni di selezionare i candidati proprio come si fa per i concorsi pubblici, ossia richiedendo determinati requisiti, valutati poi da una commissione. Io non penso proprio che sia necessario essere esperti per candidarsi ad aspiranti amministratori.Mentre invece è importante aver voglia di imparare (anche perchè nessuno nasce come si suol dire “imparato”),essere onesti e avere come unico obiettivo il bene pubblico e non personale.Tutto il resto viene da sè.

          • @amareggiata: giunti al punto in cui siamo, mi pare doveroso introdurre un metodo che consenta all’elettore di scegliere persone che conoscano almeno le regole legislative sul funzionamento amministrativo di un Comune. la soluzione potrebbe essere questa: per chiunque abbia intenzione di candidarsi è fatto obbligo frequentare un corso di formazione di 60 ore organizzato dallo Stato, in orario non lavorativo, con rimborso spese, con attestato di nullaosta alla candidatura al termine delcorso. per i candidati a sindaco, le ore formative dovrebbero salire a 80, per studiare bene le funzioni di primo cittadino. In questo caso si eviterebbero brutte sorprese e figuracce dovute all’ignoranza, ed avremmo amministratori con una certa dose di autonomia politica, non pedine in mano ai capi corrente dei partiti, così come spessissimamente accade ora.

          • Light, volevo solo corbellarmi di Voi. In nessun paese del mondo si applica un metodo come quello evocato da olivastro e da altri (Lei compreso). La sonora vittoria del centrosinistra sembra avere rianimato gli uzzoli e ridato l’aire ad una Villacidro urlona, aggressiva e volgare.

          • Mi dispiace, ma ci sono persone che hanno già ricoperto quel ruolo, quindi diamo valutazioni a seconda delle loro esperienze passate.
            @Pastore tedesco
            è per quello che vi è la necessità di persone capaci..una persona può esser capace anche senza avere un’ampia conoscenza del diritto costituzionale/amministrativo..certo è che, se l’avesse, avrebbe una marcia in più rispetto agli altri.

        • @Olivastro .
          Il tuo è propria la massima espressione del pensiero democratico.
          Si è combattuto per anni per l’uguaglianza e tu con due parole vorresti farci tornare indietro di 60 anni.Le persone si giudicano per quello che sono non per quello che appaiono,guai se un giorno cio’ venisse a mancare perchè avremo tanti cattivi amministratori che ci toglierebbero l’unica liberta che ancora ci è rimasta:LA LIBERTA DI ESPRESSIONE.

  25. …il candidato sindaco preparato c’era…ma evidentemente la gente preferisce votare con altri criteri, salvo poi lamentarsi dopo del fatto che gli amministratori non sanno dove girarsi e sono incompetenti….io penso che i cittadini villacidresi si meritano ciò che votano…

  26. …il problema è che non ci si improvvisa amministratori, come non ci si improvvisa medici, nè agricoltori, nè veterinari e via dicendo…la percezione comune è che chiunque possa amministrare, basta il buon senso…se la gente avesse solo la minima idea di cos’è il diritto amministrativo non penserebbe che basta il buon senso…ma ripeto, siamo ancora troppo lontani da certi concetti…e contano di più le conoscenze e gli intrighi…non di sicuro il merito..e ripeto..questo è quello che si vuole..altrimenti si sarebbe scelto di cambiare…per cambiare la cultura delle persone ci vogliono decenni e decenni….abbiate fiducia…

  27. @Light: non hai trovato una soluzione alla contraddizione bene comune-potere: se all’assesorato all’agricoltura si mette un esperto può essere che quest’esperto non garantisca però una buona gestione del potere. Le amministrazioni preferiscono gestire bene il potere (che vuol dire garantirsi una vittoria alle successive elezioni) o amministrare per il bene della collettività?La politica è imperfetta?Se è imperfetta si cerca qualcosa di meglio e non si batte la capoccia cercando di aggiustare alla meglio una cosa che non funziona. Poi ci sarebeb anche il problema che se pure gli amministratori di Villacidro fossero degli illuminati, comunque non potrebbero risolvere determinati problemi (es. l’occupazione) perchè legati a situazioni nazionali e internazionali su cui non hanno nessuna possibilità di influire.

    • @gilanico
      Caro Gilanico, la contraddizione bene comune-potere c’è, ma potrebbe anche non esserci, in quanto non tutti si lasciano trascinare da foschi interessi personali.
      L’amministrazione potrebbe anche agire per il bene di tutti, ma questi sono casi rari, mio malgrado.
      Alcuni problemi si possono risolvere, ma a livello regionale e nazionale, come quello dell’occupazione.
      Certo, se in un paese come villacidro ci fossero 3000 disoccupati, riuscire a creare opportunità di lavoro per tutti loro è impossibile, con gli strumenti a disposizione del comune.
      Credo in ogni caso che far investire e gestire dei soldi in un settore da un esperto, sia molto più conveniente e utile che farli gestire ad un non esperto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.