“Le scomode verità della politica villacidrese”

73

I giovani di Villacidro insorgono sul mondo politico villacidrese.

A seguito della pubblicazione dell’intervista di Claudia Aru “Voce ai Giovani”, la redazione di Villacidro.info ha ricevuto tantissime mail, in cui i giovani villacidresi hanno espresso tanta preoccupazione  sul futuro prossimo che li riguarda direttamente. In molti hanno chiesto di poter essere intervistati e tra questi abbiamo scelto Riccardo Cadoni.

“Basta con le solite promesse da baracconi”. Esordisce così, in questa intervista, il giovane villacidrese deluso dal mondo della politica, stanco delle “solite promesse preelettorali di un mondo fatto di illusionisti”.

Duro, durissimo e non risparmia nessuno. Riccardo Cadoni si dichiara portavoce di una realtà villacidrese conosciuta da tutti, ma alla quale nessuno a mai dato importanza, se non due mesi prima delle elezioni.

A tutti i giovani che volessero esprimere una loro opinione sul mondo politico villacidrese, basta scrivere a questo indirizzo mail: villacidro.info@gmail.com

Villacidro.info – 27 marzo 2011

CONDIVIDI

73 COMMENTI

  1. I politici hanno “paura” di confrontarsi con la gente perchè troverebbero la voce bambina che, come nella fiaba di Andersen, griderebbe loro “L’imperatore è nudo!” [La fiaba in questione è: I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE – Andatevela a leggere, vi gioverà].

  2. Tutto giusto, ma paradossalmente Riccardo, dopo essersi scagliato contro la politica in generale e contro quella villacidrese nello specifico, non trova di meglio che appellarsi alla stessa politica per risolvere i problemi. Lui non vede altre possibilità al di là del sistema fondato sulla delega (voto) e quindi non fa altro che mantenere inalterato il problema. Eternamente il cittadino si lamenta ma poi corre comunque a votare, il che è drammatico perché significa davvero sentirsi schiavi di coloro che sono considerati i principali responsabili del proprio e dell’altrui disagio. Questo meccanismo di schiavitù si può rompere, per esempio, con l’astensionismo elettorale.

      • Se avessi compreso quello che ho scritto non avresti mai parlato di ideologia, riferendoti al mio pensiero. Sono contro tutti gli ISMI (qualche pensiero finisce in ISMO ma non è un’ideologia), ma tu non te ne sei accorto perchè evidentemente non puoi capire.

    • La democrazia è un mito, non esiste nella società pariarcal-capitalistica. Anche quella greca non era democrazia visto il classismo e il sessismo imperante. Di Don Milani preferisco L’obbedienza non è più una virtù, in ogni caso la politica non è quella parlamentare. Utopia è inseguire la democrazia entro il sistema capitalistico, ma questo in pochi lo capiscono. Mio bisnonno analfabeta l’avrebbe capito….

      • Zapata, non preoccuparti…figurati se mi offendo se mi dai dell’analfabeta; non credo potrai riuscire a farti insultare da me. A differenza tua penso che tutto sia migliorabile in questo momento storico anche in quest’ambito, poi si vedrà. E ho più volte tentato di spiegare in che modo. Non solo ho in generale fiducia nelle persone ma penso anche che tutti noi abbiamo più di qualcosa di positivo che dobbiamo tirar fuori; per questo ti dico che democrazia è partecipazione. Non credo sia realistica l’ipotesi di astensione generale, ma magari sarò smentito dai fatti. Salve.

        • Non mi rivolgevo esplicitamente a te, in ogni caso volevo dire che in passato (anche nell’800) vi era una consapevolezza maggiore di oggi, nonostante il livello di istruzione fosse molto molto basso. Si dimostra quindi che la consapevolezza non va di pari passo con il livello di istruzione. Mi sono espresso male, non volevo offendere nessuno…Comunque, per la partecipazione sono anch’io, ma è partecipazione voare ogni tot anni? entrare in un partito? fondare un partito? partecipazione è, per me, avere in mano il proprio destino, essere padroni della propria vita. Lo siamo oggi?

  3. ciao Riccardo… io sono uno di quei giovani che tu chiami in causa…. ho 22 anni e sono candidata per le prossime elezioni comunali. Ti do ragione sul fatto che di solito il politico si avvicina alla popolazione proponendogli qualcosa solo in periodo elettorale. però tu sei giovane hai le idee chiare mi sembra di capire… vuoi riportare a villacidro i giovani, o per lo meno vuoi che abbiamo un futuro, che abbiamo un lavoro…. bene… allora ti chiedo TU, per villacidro cosa sei disposto a fare? tu sei disposto a impegnare un pò del tuo tempo per migliorare questa situazione che sta distruggendo la gioventù villacidrese? io mi sono candidata perche voglio migliorare qualcosa in questo paese…. basta promesse di lavoro in cambio di voti o favoritismi…. in questo paese si sa… va avanti solo chi ha un calcio in c***….. allora io dico che bisogna iniziare dal basso a cambiare il sistema, a essere trasparenti, a fare le cose onestamente. La lista di cui faccio parte VILLACIDRO FUTURA ha un programma aperto alle proposte del cittadino. se hai qualche buona proposta perche non vieni a trovarci.. ne possiamo parlare assieme… noi saremo felici di ascoltare le tue idee per poter migliorare il NOSTRO paese…..

    • sei contenta della politica Villacidrese, degli ultimi tre anni? Se non, girati intorno, guarda in faccia chi hai davanti, alcune persone ne hanno fatto parte e oggi, non trovando più spazio hanne deciso di dare un calcio in …. a te per andare avanti loro. sei poco matura, vedrai che avrò ragione. attendi il tuo tempo, non buttarti ancora, fa che siano gli altri a buttarsi per te.

      • no che non sono contenta…. per questo mi sono candidata….. se tutti aspettiamo, quali sono i govani che si candidano??? non sono contenta ne di questa amministrazione ne dell’amministrazione precedente… ma tu che mi attacchi, se è vero quello che dici, allora dovremmo avere sempre gli stessi volti che ci governano. se non c’è ricambio generazionale, anche nell’aministrazione di un paese come villacidro che poi tanto piccolo non è, non si va avanti, non si progredisce e non ci si può lamentare della situazione di stallo che si è creata….

  4. L’attuale amministrazione, o almeno alcuni esponenti di essa, ha tentato di cambiare l’etica politica, e in meno di tre anni si è trovata a pagare i debiti di quelle precedenti (mancato patto di stabilità, rimborso di 300.000€ alla regione per la mancata realizzazione del campeggio, 160.000 per la causa persa per la scuola di via Tirso, 1 milione per la causa persa per l’esproprio Pittau), ha restaurato tutti i tetti degli edifici comunali (scuole comprese) evitando che continuasse a pioverci dentro, sono state stanziate, per ultimo, le risorse per il tetto della palestra di via Stazione. Questo senza accedere ad alcun mutuo e senza fare ulteriori debiti. Per i giovani: è stato completato il centro di aggregazione giovanile presso l’ex macello. Ora è pronto per l’inaugurazione; è stato avviato un progetto per la costituzione delle consulte giovanili ed uno per il consiglio comunale dei giovani. Due anni e mezzo di amministrazione non consentono di completare i progetti e tanto meno di vederli realizzati. Se Riccardo avesse voluto un contatto diretto con gli amministratori si sarebbe potuto rivolgere a suo padre, Dante, consigliere di maggioranza sino a quando, pur conservando le deleghe del Sindaco, non si è dato all’opposizione. Continuo a perdermi dei passaggi!

    • Anche se fai campagna elettorale, ricordo al Sig. Curatti che non avrà il mio voto, ritengo inoltre che è antipatico che intervenga a parlare sempre e solo di quello che fanno gli altri, mi sembra Di Pietro….. Ricordo anche che in tre anni potevate pianificare almeno alcuni interventi nuovi, e invece sento parlare lei stesso su progetti avviati da altri. Le chiedo cortesemente di essere costruttivo, magari potrei cambiare idea.Si ricordi questa frase” é inutile piangere sul latte versato” infatti la sua nomina non è stata dovuta al risultato elettorale e cioè voluto dal popolo, dovuta invece ai soliti bisticci della maggioranza e da alcune rinunce.

    • Prof. CURATTI che colpo basso il suo. Questo ragazzo è da ammirare per il coraggio che ha avuto nell’esporsi in questo modo e lei vuole semplicemente affossarlo perché ha le idee diverse rispetto a quelle del padre??? Ho grande stima di lei (come tanti suoi compaesani) quindi non usi questi sistemi da “politicanti”.
      La saluto

      • Bravo Alberto, io rincaro la dose, il Sig Curatti vuole trovare spazio facendo il furbo attraverso i commenti affossando gli altri e invece non fa altro che irritare gli altri col suo modo di fare politica, adesso capisco perchè la volta scorsa ha preso così pochi voti. **************************

      • Sono costantemente a contatto con i giovani di Villacidro. E’ solo per loro e nel rispetto del loro futuro che mi sono reso disponibile in questa avventura. Non ho alcun altro interesse. Sarei molto contento di potermi godere il mio tempo libero vedendo i giovani autonomi e soddisfatti. Vedo ora tanto movimento giovanile. Questo mi autorizza a farmi da parte. Ma trovo strano che proprio il figlio di un consigliere si senta estraneo dalla politica cittadina. Nella passata maggioranza vi sono diversi esponenti che hanno cercato il contatto con i giovani, non ultimo il Sindaco Fanni che ha inviato una richiesta d’incontro a tutti i nati del 1991. Che qualcuno abbia idee diverse da quelle del padre lo trovo di massimo rispetto ed interesse (autonomia) ma non si può accusare questa amministrazione di mancato interessamento nei confronti dei giovani e delle loro problematiche a meno di essere stati volutamente all’oscuro.

        • aiaiiii che caz…. che scrivete “ELIA e Alberto”, diciamo che Sig. Curatti potrebbe tranquillamente farsi i ca.. suoi, ha il suo bel lavoro NON è villacidrese, chi glielo fa fare sbattersi per questa cittadina d’ombre? invece ci mette la faccia più di una volta, ci mette il suo tempo libero e magari ci mette anche qualche € di tasca!! elia se non sbaglio tu sei uno che alle scorse comunali sei stato messo per fare numero nella tua lista???e hai preso 12voti..mhmhmmmm e vabbè!!!

    • Non credo di aver usato termini offensivi. Se l’ho fatto chiedo scusa. Sono disponibile al confronto ed a fornire dati a chiunque e con maggior piacere a giovani interessati ed attivi. Questo non deve però consentire ad alcuno di provocare e di impedire dei ragionamenti di senso compiuto. La conseguenza sarebbe una chiusura dello stesso confronto, cosa di cui poi ci si lamenta.

  5. …GRANDE RIKI CI CONOSCIAMO 20 ANNI E ANCORA RIESCI A STUPIRMI…… HAI PERFETTAMENTE RAGIONE IL TUO DISCORSO NON FA UNA PIEGA….INFATTI LA VERITA’ FA MALE VISTO I COMMENTI….MA QUESTA REALTA’NON TUTTI SONO IN GRADO DI CAPIRLA COMUNQUE HAI LA MIA PIENA APPROVAZIONE

  6. Non sono d’accordo sul fatto che i giovani Villacidresi non sappiano cosa fare, se non fosse così dove li collocherei tutti quei giovani impegnati nello sport, nel sociale o nel mondo del lavoro, i giovani imprenditori che seppure con tante difficoltà, affrontano la giornata fiduciosi sul fatto che il domani sarà migliore, magari hanno messo su famiglia con dei figli e si sentono responsabili due volte.
    Ma siete davvero disposti a fare delle cose anche per gli altri, a piantare degli alberi di cui non godrete i frutti, come hanno fatto i nostri predecessori?
    Il problema è che l’impegno, seppure di tanti, non basta a risolvere le situazioni e far in modo che ci siano possibilità ancora maggiori non solo per i giovani ma per tutti i cittadini a prescindere dall’età anagrafica. Ci vuole maggiore partecipazione, senza neanche piangersi addosso perché le difficoltà fanno parte della vita e dal cielo piove acqua. (sebbene utile)
    Non esiste una ricetta che nel giro di un giorno possa rovesciare positivamente tutte le situazioni, ma esiste la possibilità del lavoro, delle soluzioni condivise, dell’impegno e della fatica per raggiungere un piccolissimo risultato, ma con due presupposti fondamentali: la volontà di farlo tutti insieme con spirito di altruismo mettendosi a disposizione di chi è meno fortunato e il tempo che ognuno deve essere disposto a spendere. I frutti forse non saranno colti dalla nostra generazione ma poco importa se si riesce a correggere l’imminente e ad intravvedere prospettive per il futuro, sarà comunque un bel risultato.
    Il politico deve mettersi a disposizione di tutti i cittadini, impegnarsi a risolvere le situazioni che non agevolano lo sviluppo e creare, insieme ai cittadini, le condizioni affinché tutti si possano esprimere per i propri desideri e capacità, senza lasciare indietro nessuno, questo vale per il sociale, come per l’economia, per l’istruzione come per l’arte, ecc.
    Lo si deve fare però compatibilmente alle competenze dell’ente che il politico rappresenta.
    Rimbocchiamoci le maniche, tutti quanti e insieme.

  7. io dico che ci si capisce piu niente. state faccendo a sfida , a chi si mette piu in mostra! per me. Amministrare un paese, e come amministrare una famiglia. prima si pensa alle cose utili. Poi se ne rimane facciammo anche quelle dilettevoli. la giunta fanni a trovato mille ostacoli. E tante crepe da risanare, purtroppo c e da dire anche che ci son stati dei dissapori dentro la giunta stessa. peccato veramente.. Ormai si e capito che le ammucchiate nn portano a niente! come dice riccardo cadoni.. State attenti al voto che date!! teresa pani a c….u

  8. L’intervista a questo giovane, che ha una buona visione della realtà politica (non solo) villacidrese e dà una buona interpretazione generale della figura del politico attuale, ha scaldato gli animi, vedo. Ma non vedo dove siano le novità.

  9. dobbiamo aiutare i giovani che parlano della vita,dei problemi reali di questo paese.Questo ragazzo non é in cerca di poltrone perché non é cndidato in nessuna lista!usciamo dall’ingnoranza…..e cerchiamo di dare una mano a questi ragazzi intelligenti………

  10. Io penso che a giudicare da fuori siano capaci tutti… Io noto che in questo paese non si è mai contenti di nulla, si critica chi ci mette impegno e non si fa mai nulla personalmente per contribuire; Ecco per questo è facile dire che i giovani non sono ascoltati, ma io penso che i giovani debbano farsi sentire! Chi dice che la politica non si interessa a noi giovani non deve aspettare che il politico bussi a casa sua a chiedergli “cosa c’è che non va?”, deve mettersi d’impegno e domandarsi “ma io potrei fare di più?” però a questo punto deve pure domandarsi se conosce bene dentro come sono le cose, se è davvero così facile cambiare le cose. Ha Ragione Michele Cuccui a dire che non ci sono bacchette magiche! Non venite a dire a me che ci abito che la zona Corterisoni è così perchè la politica si dimentica di noi! E’ così per colpa di chi ci abita! Tre anni fa quando la coalizione di centrosinistra è venuta a presentare il programma non c’è stata una e dico una persona di quella zona che abbia aperto bocca! Ecco quella era un’occasione per parlare no? invece zero… Io sono convinto che la politica sia aperta a tutti, ci sono le sedi di partito ci sono tanti modi per farsi sentire! Però siamo sicuri che i giovani siano cosi disposti a concedere tanto del loro tempo alla politica? a qualcosa che magari non vedremo noi ma i nostri figli? Beh io credo di no… Io almeno personalmente non credo di essere capace ma credo di fidarmi di alcuni giovani che in politica a Villacidro stanno facendo molto bene e sopratutto mi fido di persone che di politica ne capiscono che sanno come si ottengono i risultati a lungo termine e non mi fido per nulla di quelli che invece fanno ammucchiate solo per andare “contro” certe persone e in questi tre anni credo che si sia visto.

  11. Io credo ke il centrosinistra debba farsi un’esame di coscienza..!ha infatti promesso x anni posti di lavoro inesistenti, o in parte, dati ai suoi fedelissimi,.!il popolo è stanco di credere alle favole,.!sia chiaro finalmente, ke il comune,,.; NON PUO’ CREARE POSTI DI LAVORO,.!dovete smetterla politicanti,.!apprezzo rinnovamento x Villacidro ke nn ha mai illuso nessuno,.!

    • Scusa ma cerchiamo di essere realisti… se tu occupassi certe posizioni in politica che ti permettessero di far ottenere dei posti di lavoro ai tuoi “amici”, faresti le stesse identiche cose! e non dire di no che non ci credo proprio!

      • Vedi ke differenza c’è tra me e tè,.?questa cultura dell”accozzo’ deve cambiare,.i villacidresi son stanchi di queste manfrine,.!ci vuole una politica diversa,, nn solo x Villacidro,, ma x tutta l’italia,.! è necessaria attuare una’meritocrazia’ e occorre ‘genti onesta’,.!Antonello Lampis cambia politica ke è meglio,.!

    • Faccio parte di una famiglia di otto figli e posso dire che il comune di villacidro non ha fatto mai niente per noi ho sempre notato che i dipendenti del comune si tramandano di generazione in generazione penso che per avere qualcosa, devi dare in cambio sempre qualcosa, che dire sul discorso fatto da questo giovane con le idee chiare,penso che ci sia la liberta di espressione e ogniuno e libero di dire quello che meglio crede ,e credo che se chiediamo al 98% dei giovani Villacidresi la pensano come Riccardo e nessuno va a criticare quello che hanno fatto gli altri ma se la situazione e sempre peggiore! e inutile dire abbiamo fatto questo abbiamo fatto quest’altro ma alla fine per i giovani cosa avete fatto veramente?……………………

  12. Apprezzo l’intervento di Riccardo Cadoni soprattutto quando invita i giovani ad interessarsi direttamente di politica andando a vedere cosa in concreto viene proposto per rilancio economico del paese. Infatti non bisogna dare le colpe dell’allontanamento dei giovani dalla politica solo agli amministratori. Diciamo anche che per comodità gli si è lasciati fare senza farsi sentire. Infatti farsi sentire implica impegnarsi nel prendere conoscenza dei problemi. Siamo sicuri che i giovani si siano impegnati in tal senso?
    Giustamente Riccardo faceva notare ancora, che il superamento della crisi non è una questione di giorni o di mesi. Le ristrettezze finanziarie non danno certo troppo spazio alle illusioni. Allora l’invito a verificare la serietà delle proposte dei vari schieramenti è l’unico metodo corretto per una scelta informata e consapevole.
    La bontà delle proposte devono essere misurate sulla loro concretezza non sugli slogan. Per ora si vedono solo troppi proclami e poche proposte serie su cui confrontarsi.
    I giovani incomincino a chiedere proposte esplicite su cui potersi esprime; sarebbe già un passo avanti.

  13. salve….mi chiamo roberto e voglio esprimere un mio pensiero….anche a me e capitato di andare in comune a chiedere lavoro,anche a me hanno dato le risposte che tutti si sono sentiti dire…..a me villacidro o l´ufficio di collocamento di san gavino non hanno mai dato niente….certo anche io ho fatto qualche piccola marachella a livello di giovane disoccupato,ma non e che si possa condannare un ragazzo in eterno solo per essere INCIAMPATO in un momento della vita….sottolineo che sono un invalido al 50 per cento e dovrei avere qualche possibilita in piu,ma non e questo il problema….il problema e che i politici non hanno mai fatto niente per villacidro o per i giovani villacidresi…hanno sempre e solo pensato alle proprie tasche ,ad abbellire le proprie VILLE,a far crescere il proprio conto in banca ed aumentare i propri beni finanziari…..io sono giunto ad una conclusione…..sono partito in germania a lavorare per 5 lunghi anni lontano dal mio paese e dalla mia famiglia….non sono mai andato a votare per non illudermi di promesse che poi qualc´uno non avrebbe mantenuto…..credo solo che come dice riccardo ci sia bisogno di una rivoluzione a livello di politica,senno mi sa che piu in basso di cosi un paese bello e ricco come villacidro non possa cadere…chissa se un giorno avro la fortuna e l´onore di farmi una famiglia nel posto dove sono nato,la speranza e sempre l´ultima amorire….(anche se sappiamo che chi vive sperando muore…… !!! 🙂 )ciao carissimi a presto.

  14. JF Kennedy mi pare affermasse…”non pensare a cosa la nazione può fare per te, pensa a cosa puoi fare tu per la nazione”…
    Credo sia solo questione di mettersi in discussione e scendere in campo, ben sapendo però che i risultati del proprio impegno potrebbero non essere né per domani, né per dopodomani.Le potenzialità giovanili ci sono tutte

    • Kennedy è un altro mito della pseudo-democrazia (come Obama). Un esponente delle classi dominanti che ha giocato sui buoni sentimenti della gente (si è fatto usare e poi l’hanno fatto fuori..). Perchè un individuo dovrebeb sacrificare se stesso per un cocnetto astratto come quello di nazione o, peggio ancora, per lo Stato?Un pò di sano e vero egoismo (sottolineo vero, per non confonderlo con l’egoismo comunemente itneso), ecco cosa ci vuole!

  15. Abito a Villacidro da qualche anno e penso che effettivamente questo problema non sia solo a livello locale ma coinvolga tutta la nostra nazione!Purtroppo è vero che la politica non è vicina alla dura realtà quotidiana ma questo discorso può essere fatto a livello di incarichi politici di livello superiore dove questa tanto desiderata poltrona è veramente accogliente!
    A livello comunale sono prevalentemente rogne e al massimo qualche soddisfazione personale!Una cosa giusta però è che la politica la devono fare i giovani e non i signori di 70 anni che in maniera ridicola dicono vi progettiamo il futuro!

  16. I giovani d’oggi non hanno piu’ emozioni .
    Prima tanto tanto tempo fa… La partita politica era ideologia , era passione ,scontri su visione del mondo.
    Oggi sembra anzi ne sono certa è solo esercizio di potere .
    I giovani d’oggi sono sfiduciati ,disinformati e forse anche un po’ ignoranti, la maggioranza dei giovani non sa cosa significhi par condicio,pochissimi capiscono l’espressione porre fiducia e altrettanto sanno da chi vieni eletto il Presidente della Repubblica che le elezioni primarie sono quelle in cui si sceglie il candidato di un partito .
    La piu’ grande sconfitta della nostra società e pensare che non succederà nulla , che tutto rimarra come prima,questa è la vera sconfitta!.
    Concordo con cio’ che scrive antonio 88 e aggiungo un consiglio a R.Cadoni, i ragazzi si lamentano, ma pochi hanno il coraggio di esporsi , la maggior parte di loro si aggirano smaritti e confusi gioventù svuotata ,apatica .
    tra la voglia di cambiare le cose che non vanno e quelle di non volersi esporre troppo per paura delle conseguenze accettano tutto .
    Ragazzi le cose si possono cambiare con l’azione di ciascuno di voi, ma se nessuno si espone e nessuno inizia ad agire nulla potrà ca cambiare veramente.
    Complimenti a Riccardo che si è esposto per tutti ma ora devi continuare e seguire l’invito che ti fa antonio88, verificare la serietà delle proposte dei vari schieramenti e l’unico modo corretto per una scelta informata e consapevole.. fatelo tutti i giovani che vogliono sentire ed esprimere le proprie idee..

    • Perchè i precedenti politici hanno fallito?Perchè erano incapaci o perchè la politica istituzionale produce politici impotenti più che incapaci?Per quale cavolo di motivo questa volta i nuovi poltici dovrebebro essere più capaci dei precedenti?Insomma, un pò di domande ve le fatte oppure ragionate come automi?C’è qualcosa di irrazionale nella politica istituzionale e nelle masse che gli girano intorno?Insomma, ma domande ve ne fatte o siete troppo impegnati nel leggere i programmi elettorali?

  17. Caro Riccardo, ho seguito il tuo discorso con attenzione, condivido quello che hai detto, ma sento di dover fare delle precisazioni :
    Il Partito Democratico (Lungi da me l’ipotesi che questa sia una difesa del P.D )ultimamente ha organizzato ( ci ha provato, ma l’ha fatto ) degli incontri per i giovani, chiedendo a loro di parlare dei problemi, delle loro proposte, delle loro idee per una villacidro migliore.
    Il politico di turno, non rispetta le promesse che ha fatto in campagna elettorale?
    Bene, non lo si vota più..lui e tutti quelli che si sono presentati ed alleati con lui..Il sistema è organizzato in questo modo, e se il popolo è sveglio, riesce a far funzionare il meccanismo.
    Ma vorrei affrontare un’altra questione.
    Obiettivamente, proporrei la damnatio ad bestias per il 50 % dei giovani villacidresi..Secondo te sono veramente interessati a cambiare le cose?
    ” I giovani si riducono così perchè non c’è niente”
    Ho apprezzato molto questa frase, la dico sempre pure io..Ma è dimostrato che ci sono giovani ( anche se ben pochi )
    che non si drogano, che non fumano, e che nemmeno bevono..e che non trovano che leggere un libro sia da ”finocchi”
    Fate un giro nei parchetti, chiedete ai vostri fratelli, sorelle, cugini cosa fanno la stragrande maggioranza dei giovani oggi.
    Non discutono nè di Kant, nè di Voltaire..Ma di stupefacenti ed altri discutibili ”passatempi” alquanto singolari per la loro giovane età.
    E non perchè non ci sia niente in paese, perchè ti assicuro che quando io avevo quell’età, non ho iniziato a farmi le canne, andavo a giocare nei campetti, o con i miei amici, e come faceva buio, tornavo a casa..
    La realtà, è che ci troviamo di fronte ad un’intera generazione cresciuta male..Oggi, i ragazzini a 13 anni, fanno uso di droghe, rientrano a notte fonda, si ubriacano, spacciano..Insultano quelli più grandi, perchè magari si vestono in modo diverso, oppure perchè hanno i capelli più lunghi dei loro..Io tutt’ora oggi non avrei il coraggio di insultare una persona solo perchè ha gusti diversi dai miei..o perchè magari ha un comportamento che non mi piace..In altri tempi, se un ragazzino di 14 anni, insultava ad uno di 20, si prendeva un sonoro ceffone..e poi lo si prendeva anche dai genitori, oggi non è più così..i ragazzini spesso cercano apposta le botte, per poi poterti denunciare..o vogliamo parlare di come oggi i ragazzini si comportino nelle scuole?
    Non si può imputare la totale colpa di questo a villacidro, o ai politici..è una degenerazione ben più profonda, che si ripercuote a livello nazionale, causata da una pluralità di cause che farebbero allungare di troppo il mio intervento.
    Sul fatto che a villacidro non ci sia niente, è un’altro punto su cui mi sono sempre battuto.
    Perchè non è stato costruito il cinema?
    Oppure, vista l’onerosità dell’operazione, si potrebbe costruire un bowling..
    Garantisce in un paio d’anni un ritorno del denaro speso, e farebbe risparmiare a molti villacidresi di andare in altri paesi, il fine settimana.
    Perchè non viene costruito uno skatepark?Sono sicuro che molti ragazzi, me compreso, ne usufruirebbero con grande piacere..è un modo facile per attirare i giovani, per darli degli spazi in cui esprimersi, magari praticando una disciplina che in Italia ancora è poco conosciuta..
    Il punto è che bisogna farsi SENTIRE, per ottenere dei RISULTATI
    ma se non sfruttiamo le occasioni che abbiamo, come facciamo?
    Bisogna organizzasi, fare un fronte comune, di persone che vogliano veramente cambiare le cose, e che vogliano veramente impegnarsi..ma persone che siano rispettose degli altri e di sè stesse..è questo il primo punto da cui partire, senza rispetto reciproco, non si può fare niente, politica italiana docet..
    Sul fatto che i giovani non vengono considerati, tranne che in campagna elettorale, è una cosa ormai risaputa, trita e ritrita, come il fatto che le promesse non vengano mantenute.
    Qui in Italia è il meccanismo che non scatta..Se in un qualsiasi paese Democratico un’amministratore sbaglia, si dimette, il popolo non deve nemmeno protestare più di tanto, perchè vi è un senso di Responsabilità, che nel nostro Paese manca terrbibilmente..se l’amministratore sbaglia, non mantiene le promesse, non fa nulla per combattere il degrado, e non si dimette, anzi, gioca all’italico scaricabarile, chi deve pensarci?
    Un’altro amministratore?
    NO!
    Il popolo deve pensarci!Deve spegnere la tv ed accendere il cervello..
    Bisogna organizzarsi, riunirsi, sfruttare i mezzi che ci sono concessi.
    Perchè i risultati, si ottengono solo in questo modo, così come i nostri antenati ottenevano le costituzioni ottriate a furor di popolo, noi dobbiamo impegnarci, singolarmente, e tutti assieme come popolo, per ottenere ciò che ci spetta, e per render Villacidro e l’Italia un paese migliore.

    • Bravissimo Edward… la penso esattamente come te!
      Pensa che ho avuto una stessa tua idea, forse perchè da adolescente andavo sullo skate, ed è sempre mancata una struttura dove poter praticare quella disciplina, quindi ci arrangiavamo alla bella e meglio al parchetto n°2 con rampe improvvisate e slidando su dei tubi innocenti…
      Proponevo infatti durante una riunione di programmare una riconversione del parco pubblico, dove sarebbe bello eliminare quel patetico laghetto e sostituirlo con una sorta di pista per rollerblade e skate con delle mini rampe al centro…
      La politica ha bisogno di idee , ma sopratutto di persone volenterose disposte a lottare per raggiungere i propri obbiettivi.
      Io penso che il nostro paese sia pieno di giovani e meno giovani con delle valide idee, sarebbe bello che ci si staccasse dal pc, con tutti sti nomignoli finti, e la si finisse di fare terrorismo mediatico ed insulti bipartisan totalmente gratuiti.
      Bisogna incontrarsi, parlare, discutere, confrontarsi e solo cosi potremo avere un paese migliore.
      Però vedo che tantissimi parlano sul web ma pochissimi si interessano davvero per dare solo anche un parere o un piccolo contributo affinchè qualcosa cambi…

  18. …caro Edward…è veramente un piacere leggere le tue parole e vedere che i giovani pensanti esistono…spero che molti riescano a riflettere su quanto da te detto e trovino motivo per impegnarsi e per provare a cambiare certi percorsi..

  19. Per gli estimatori dell’attuale gruppo di maggioranza: perchè dite di aver cambiato o voluto cambiare prassi se il vostro clientelismo è riuscito a superare anche quello della “famiglia” che ha governato prima?
    Riconoscete con umiltà che governare è cosa diversa dal dire come si dovrebbe fare stando fuori e tutti possiamo comprendere l’insesperienza e via dicendo, ma non andate in giro a dire altre cose perchè realmente Villacidro non è mai stata così in basso come sotto la vostra amministrazione. Basterebbe fare l’elenco delle piccole cose che state facendo in questi giorni in cui è aperta la corsa alle elezioni per dimostrare che non siete diversi dagli altri o meglio siete diversi perchè non sapete fare le cose più elementari che almeno gli altri fingevano di saper fare…In ogni caso pur riconoscendo che siete un amministrativamente un disastro bisogna ribadire che se non state attennti e la signora p vincerà, ce la ritroveremo per altri vent’anni prima che passi il potere al marito o ai figli….unitevi se volete vincere. Da soli non andate da nessuna parte.

    attenti a teresa pani…se vincerà stavolta ce la ritroveremo per altri vent’anni prima che passi il potere al marito o ai figli….unitevi se volete vincere. Da soli non andate da nessuna parte.

  20. Sarebbe veramente interessante capire a chi delle liste, civiche o meno, che si stanno affacciando alla porta delle elezioni interessa vincere le elezioni. Tutto lascerebbe pensare che più che gli interessi del paese in esse prevalgano gli interessi personali dei singoli lideruncoli. Nessuno lo spiega da nessuna Voglio sperare che sia solo ignoranza, ma anche questa non basta a spiegare la sfrontatezza con cui si presentano.
    Lo spiegheranno troppo tardi quando le liste saranno già presentate. Le primarie se organizzate da una legge riuscirebbe a superare questo problema. Ma purtroppo non c’è questa possibilità.
    Non rimane che dire “Se son lider quelli….. povero Villacidro”.

  21. Incredibile! La cultura “dell’accozzo” è il male che contraddistingue l’Italia e c’è pure qualcuno che la giustifica? ma siamo pazzi? Ciò che rende l’Italia ed in particolare il meridione più deboli del resto dell’Europa è proprio la mancanza di meritocrazia! Lo vogliamo capire che per crescere occorre abbandonare l’idea di cercare sempre e solo il proprio interesse? Se continuiamo così in breve tempo ci ritroveremo come un paese sottosviluppato!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.