Villacidro quartiere in festa per San Sisinnio. Via Garibaldi diventa Su Caminu de Santu Sisinni

0

VILLACIDRO. E’ al lavoro da giorni il gruppo Lacuneddas che per il terzo anno si impegna per abbellire la via Garibaldi per “Sa Festa Manna”.  Un’esplosione di colori sta rendendo più bella la via protagonista della processione. A cominciare dal nuovo cartello che presenta “Su caminu de Santu Sisinni”: un percorso spirituale lungo la via per rivivere le tradizioni del passato e respirare tutta l’atmosfera della festa. I teli, le bandierine bianche e rosse, insieme alle coccarde e a s’arramadura, un tappeto di erbe e fiori profumati, contribuiranno a rendere più suggestivo il viaggio della reliquia del santo in processione. Stavolta poi, ci saranno altre tappe emozionali per i fedeli in corteo: lungo la via ci saranno alcune rappresentazioni dei miracoli di San Sisinnio e altre tradizioni del passato. Poiché poi anticamente le mamme avevano l’abitudine di mettere negli stipiti delle porte un’immaginetta di San Sisinnio per proteggere i neonati, il gruppo Lacuneddas ha stampato 3000 immaginette (consegnate alle famiglie del quartiere) contenenti un dipinto inedito di San Sisinnio ritrovato nella collezione Piloni nella biblioteca universitaria di Cagliari. Chiunque vorrà, potrà mettere l’immaginetta sulla porta della propria casa durante i giorni della festa. Le iniziative fanno parte dei processi di coesione di prossimità per favorire la socializzazione e l’ amicizia nel vicinato e andranno avanti con la cena finale. I festeggiamenti religiosi e civili in onore di San Sisinnio, a cura del comitato  tra il Comitato parrocchiale, presieduto quest’anno da Sandro Montisci e della Cavalleria Su Cramu, cominceranno domani: alle 18 santa messa nella chiesa Santa Barbara e a seguire la processione verso la chiesetta campestre di San Sisinnio. La reliquia del Santo sarà accompagnata dalla Cavalleria, dai gruppi folk Gippi e Città di Villacidro, dalla Banda Musicale Santa Cecilia di Villacidro, da is Custodis de Santu Sisinni, dalle Launeddas dell’associazione Stracasciu e dal Gonfalone Comunale e dalla confraternita del Santo Rosario. Nel programma, spicca per il suo significato  la processione di rientro nella serata di domenica 6 agosto che coinvolgerà oltre centotrenta cavalieri provenienti dall’intera isola. Altro momento molto atteso è Sa missa e Chitzi, celebrata la domenica mattina davanti al sagrato della chiesa di San Sisinnio, presieduta da Mons. Corrado Melis Vescovo di Ozieri. (s.p.)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here