Villacidresi campioni di devozione e inciviltà? Bottigliette d’acqua buttate durante la processione 

2

VILLACIDRO. In questi giorni si celebra la festa dedicata al martire villacidrese San Sisinnio. Una festa particolarmente sentita dalla popolazione, capace di richiamare migliaia di persone sia per la sua fase liturgica che per quella più propriamente laica. Sarà stato a causa delle torride temperature che ci stanno accompagnando in queste lunghe giornate di agosto, ma durante la processione che ha accompagnato il simulacro del Santo dal santuario campestre a lui dedicato sino alla parrocchiale del centro cittadino, centinaia di rifiuti, per lo più bottiglie in plastica, sono stati abbandonati probabilmente dai fedeli, concentrati evidentemente più su tematiche spirituali che su quelle terrene, ovverosia ambientali. Stesso discorso per quanto riguarda la festa laica svoltasi la notte di domenica sei agosto, che ha visto come gradito ospite musicale il cantautore italiano Eugenio Finardi.

Piazza Lavatoio e piazza Zampillo sono state gremite da migliaia di persone in festa che, tra bancarelle di dolciumi, giochi, cianfrusaglie e cibo da strada, hanno onorato, a modo loro, la sentita festa. Il risultato non è stato poi così solenne, vista la quantità di rifiuti che sono stati abbandonati per le vie e le piazze interessate dall’evento. Forse qualcuno lo avrà fatto con l’intento di tenere impegnati, la mattina successiva, gli operatori ecologici, o forse, più probabilmente, per una completa mancanza di rispetto e responsabilità nei confronti dell’ambiente che ci ospita. La gente, ormai abituata a vivere nella propria bolla di sapone, vive alla giornata, completamente in balia di se stessa e del proprio ego. Il risultato è sotto gli occhi di tutti anche se pochi sono disposti all’autocritica e al conseguente cambiamento che apporterebbe significativi benefici a se stessi e al resto della comunità.

2 COMMENTI

  1. Bravo Gesualdo, questo clima semi-infernale è colpa nostra, ma a quanto pare la gente ignorante non arriva a capirlo. Meglio dare la colpa alla politica secondo loro. Buon caldo a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here