Keller, sindacati insorgono sulla revoca della delega ad Adriano Muscas

1

VILLACIDRO. “Dopo le notizie apparse sugli organi di stampa – si legge nel comunicato stampa diramato dai sindacati – dalla riguardanti la revoca della delega da parte della Sindaca di Villacidro nei confronti dell’attuale Presidente del Consorzio Industriale di Villacidro, le Segreterie provinciali di Fiom-Fsm-Uilm esprimono la loro massima preoccupazione per una situazione che potrebbe rivelarsi estremamente pericolosa per gli sviluppi della vertenza della Keller Elettromeccanica che attualmente vede la posizione dei Curatori fallimentari contrapposta a quella del Consorzio il quale ha presentato, tempo fa, una formale richiesta di subentro nella proprietà dello stabilimento di Villacidro. Ricordiamo che il 15 di marzo scorso scadeva il termine ultimo per la vendita in un unico compendio della fabbrica e che l’azione del Consorzio Industriale, condivisa dalle scriventi, ha di fatto scongiurato la vendita atomizzata della fabbrica. Le Segreterie sindacali di categoria si auspicano che il confronto fra le due istituzioni si definisca a favore degli interessi dei lavoratori che hanno duramente lottato per arrivare ad avere questa ennesima e crediamo ultima chance di riavere il loro posto di lavoro e si auspicano nella dialettica fra le parti, a partire dal consiglio comunale di oggi, possa prevalere il rilancio dell’attività produttiva e occupazionale della Keller in un territorio già fortemente devastato dalla crisi , piuttosto che il mero e alquanto improbabile, rientro dei crediti vantati dall’Amministrazione Comunale. Le Segreterie di Fiom-Fsm-Uilm seguiranno con attenzione l’evolversi della situazione e invitano l’Amministrazione Comunale di Villacidro a valutare con attenzione, tutte le possibili conseguenze che un eventuale atto di revoca dell’attuale Presidenza del Consorzio, firmataria della richiesta di acquisto, possa avere su tutta la già complicata e travagliata vicenda dei 400 lavoratori”.

1 COMMENTO

  1. il consorzio e in gioco se passa la mano deve pagare tutte le spese di blocco asta quindi i danni e mancate vendite e spese per i legali del tribunale ,il sindaco penso che si sia infornata, penso che si tratti di migliaia di euro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here