Villacidro entra a far parte del circuito del Cammino di Santa Barbara

0

Il Cammino di Santa Barbara ha una tappa villacidrese. Il 21 gennaio scorso, nella piazza dedicata alla santa patrona di Villacidro, è stato messo a dimora il cippo rappresentante il passaggio del sacro cammino nella cittadina mediocampidanese. Nella stessa giornata è stato proiettato, nei locali dell’auditorium Santa Barbara, il film documentario sul Cammino.
Si tratta di un pellegrinaggio religioso lungo 395 km che, partendo dal Santuario del Buon Cammino a Iglesias, si snoda attraverso 24 tappe che includono la visita ad altrettanti santuari e ai villaggi che li ospitano passando per le zone minerarie abbandonate e le selvagge coste della Sardegna dell’ovest, sino ad arrivare alla chiesa di Santa Barbara, patrona dei minatori, nel villaggio minerario di Ingurtosu, frazione di Arbus.
Un viaggio fuori dal tempo intriso di fede, storia, architettura, natura, archeologia e spiritualità, in cui anche Villacidro, con le sue memorie storiche e religiose è entrato a far parte. “Oltre venti comuni hanno aderito all’ iniziativa. – dice Marta Cabriolu, sindaco di Villacidro – Da,quando nel 2013 fu proposto il progetto, c’è stato un ricambio in numerose amministrazioni. L’ aspetto positivo è che tutte le nuove maggioranze hanno confermato l’ adesione mediante sottoscrizione dell’ atto costitutivo della fondazione Santa Barbara”.
Sembra che attorno all’evento ci sia l’intenzione di sviluppare un vero e proprio indotto, sul modello dei cammini religiosi più blasonati, come quello di Santiago in Spagna o South West Coast Path nel Regno Unito. “L’ auspicio di tutti – termina il sindaco – è che proprio questo patrimonio possa essere tramandato nel tempo e che in questi tempi economici cosi difficili, questo progetto possa essere anche fonte di nuove opportunità di lavoro e di sviluppo”. (I.F.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here